Dopo quanto la spugna per la doccia va buttata? I dermatologi hanno dato la risposta

di Matteo Cicarelli

15 Luglio 2023

Dopo quanto la spugna per la doccia va buttata? I dermatologi hanno dato la risposta
Advertisement

Dopo una lunga giornata passata a lavorare, non si vede l'ora di tornare a casa la sera per riposarsi, ma prima di coricarsi a letto non c'è niente di meglio di una doccia rinfrescante, l'acqua trascina via con se tutto lo stress. Molte persone per potersi pulire meglio utilizzano una spugna. L'importante, però, è che questa sia pulita. Se quando inizia a lavarti non sei sicuro di quando hai cambiato la spugna è arrivato il momento di sostituirla.

La spugna ha quindi una data di scadenza? Di tanto in tanto diventa necessario sostituirla, ma ogni quanto tempo? Vediamolo nel dettaglio.

 

via Heath How Stuff Works

Advertisement
Pexels

Pexels

Molte persone quando si lavano utilizzano la saponetta o semplicemente le mani, si strofinano addosso il sapone cercando di eliminare le impurità. Per alcuni, però, in questo modo non si riesce a essere totalmente puliti, per tale motivo si affidano alla spugna, ma come deve essere trattata affinché sia efficace e non controproducente?

Che si tratti di una spugna sintetica o di una retina tutte hanno una data di scadenza, a un certo punto diventa necessario cambiarla, perché con il tempo su di essa possono annidarsi numerosi batteri. Quando ci si fa una doccia, soprattutto con l'acqua calda, si crea una grande quantità di vapore e, di conseguenza, di umidità. Quest'ultima permette la proliferazione di muffe e di batteri. Questi organismi possono insidiarsi all'interno delle spugne e da lì diffondersi sulla pelle, causando eruzioni cutanee o portare anche a delle infezioni. Per tali ragioni, è sempre meglio tenerle sotto controllo, disinfettarle dopo ogni lavaggio e cambiarle frequentemente.

Advertisement
Pixabay

Pixabay

Dopo aver usato la spugna ogni giorno, si dovrebbe strizzarla, eliminare l'acqua in eccesso e poi lasciarla asciugare in una zona ben ventilata. Se si osservano attentamente, però, si può notare come queste siano molto porose, questo dettaglio non è per niente da trascurare, proprio perché queste cavità potrebbero diventare un covo di batteri. Per questo motivo, bisogna comprendere quando è il momento di buttare la spugna e cambiarla.

I dermatologi raccomandano di buttare via una spugna dopo tre o quattro settimane, perché quando crescono i batteri nelle sue fessure ormai ha perso le sue proprietà esfolianti. La retina, invece, ha una vita più lunga, perché è più resistente ai batteri, e si può cambiarla anche dopo otto settimane

Cosa ne pensi?

Advertisement