x
Città fantasma: 7 posti abbandonati…
Donna trova un messaggio in bottiglia dopo 25 anni: lo aveva scritto una bimba L'azienda la licenzia e la sostituisce con una dipendente molto più giovane

Città fantasma: 7 posti abbandonati nel mondo tra i più misteriosi e affascinanti

28 Gennaio 2022 • di Francesca Argentati
2.438
Advertisement

Tra le mete turistiche più gettonate da anni, ci sono senza dubbio loro: le città fantasma, luoghi abbandonati del mondo che attirano i curiosi per il loro fascino spettrale. Rovine, case vuote, edifici desolati e strade deserte sono le principali caratteristiche delle cosiddette "ghost town". Il silenzio irreale che le avvolge, unito agli scenari dal sapore apocalittico sono gli ingredienti che attirano i visitatori in questi luoghi così sinistri e misteriosi, a tratti anche romantici.

Le città fantasma si trovano in diverse parti del mondo, vediamone otto tra le più carismatiche.


1 - Oradour-sur-Glane, Francia

Questo comune francese diventò una città fantasma durante il secondo conflitto mondiale. Nel 1944, dopo lo sbarco in Normandia, l’esercito tedesco entrò nel villaggio e contrastò la resistenza eliminando tutti gli abitanti. Nel dopoguerra, De Gaulle stabilì che il comune non venisse ricostruito, ma restasse simbolo del supplizio francese durante il periodo nazista. Oggi, quindi, non rimangono che strade e case abbandonate pregne di sofferenza.

2 - Bodie, California

Questa città del far west si è guadagnata il nome "fantasma" nel 1915, quando terminò la frenetica ricerca dell'oro che aveva attirato molti uomini in California a seguito della scoperta di un prezioso giacimento. Dal 1962 è diventata un parco storico nazionale che ospita più di duecentomila turisti all’anno.

Advertisement

3 - Pripyat, Ucraina

Da città in grande via di sviluppo a ghost town: Pripyat termina la sua corsa all'espansione a seguito dell’incidente alla centrale nucleare di Chernobyl nel 1986, che ha provocato una letale dispersione di energia tossica. La città venne immediatamente evacuata per ragioni di sicurezza e da quel momenti restò isolata. Oggi non restano che edifici abbandonati al degrado.

4 - Hashima, Giappone

Hashima è un'isola disabitata dal 1974 e fu un’importante miniera di carbone fin quando il Giappone non decise di far ricorso ad altri tipi di combustibili: a quel punto il proprietario di Hashima concluse l'attività di estrazione mineraria e l'isola venne abbandonata a se stessa. Dal 2009 è possibile visitare solo alcune zone, che mostrano luoghi in rovina e pieni di macerie. Dal 2015, per l’UNESCO Hashima è patrimonio dell’umanità come sito storico industriale.

5 - Varosha, Cipro

Varosha era una località turistica piuttosto lussuosa, con eleganti hotel frequentati dalle grandi star hollywoodiane. Nell’estate del 1974, però, abitanti e villeggianti scapparono durante l’invasione turca a Cipro, abbandonando la città in balia dell'esercito che la chiuse in un recinto di filo spinato. Da quel momento nessuno poté far ritorno alle proprie case e Varosha restò deserta. Lo spettacolo che offre oggi è caratterizzato da palazzi in rovina nei pressi della spiaggia dove si riproducono indisturbate le tartarughe marine.

Advertisement

6 - Port Arthur, Tasmania

Questa città fantasma australiana è considerata tra le più inquietanti al mondo per la sua storia: Port Arthur, infatti, fu per anni una colonia penale che ospitò molti criminali e fu testimone di un crudissimo massacro nel 1996. Diversi visitatori hanno raccontato di aver sentito rumori sinistri sul posto e notato figure evanescenti, oltre al misterioso suono della campana della chiesa…  

7 - Craco, Matera

Questo comune italiano della Basilicata divenne città fantasma negli anni Ottanta, a seguito di una terribile frana che dal 1963 vide la città spopolarsi gradualmente dei suoi duemila abitanti. L’area viene però ancora sfruttata da diversi registi come set cinematografico: a Craco si sono svolte anche le riprese di "La passione di Cristo" di Mel Gibson.

Advertisement

8 – Kolmanskop, Namibia

Ex città del diamante situata nel deserto, Kolmanskop è tra le più affascinanti ghost town che si possano visitare. Dopo la seconda guerra mondiale le sue risorse di diamanti cominciarono a esaurirsi e il posto iniziò a essere abbandonato. Per visitarla occorre un permesso, ma ne vale la pena: il clima secco ha mantenuto intatta l’architettura originale, mentre le case e le strade della città sono piene di sabbia.

Se avete voglia di fare un viaggio diverso e particolare, quindi, non vi resta che scegliere la meta: quale fra queste città fantasma vi piacerebbe visitare?

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie