Il suo lavoro è troppo noioso: si rivolge al tribunale e riceve un risarcimento di 40.000 euro

Irene Grazia Paladino

23 Gennaio 2022

Il suo lavoro è troppo noioso: si rivolge al tribunale e riceve un risarcimento di 40.000 euro
Advertisement

Non tutte le persone hanno la fortuna di fare un lavoro che amano. Ma succede anche il contrario: magari si svolge un lavoro che piace ma, nel corso degli anni, le cose cambiano. Frederic Desnard, di Parigi, si annoiava talmente tanto a lavoro che si è sentito in diritto di chiedere un risarcimento. La vicenda ha inizio tra il 2013 e il 2014.

 

via The Guardian

Advertisement

Frederic Desnard Facebook

Perché? Frederic lavorava da Interparfums, un produttore francese di profumi di lusso. L’uomo, però, si trovava in una difficile situazione lavorativa: trascorreva le giornate seduto a una scrivania senza fare nulla. Si guardava intorno, usava un po’ il computer, e aspettava con ansia di tornare a casa: aveva la sensazione che a nessuno importasse cosa avesse da fare. L'iniziale stato di noia si è trasformato in una vera e propria depressione: l’uomo si sentiva inutile, insignificante, ed è arrivato a stare male anche mentalmente. Questo stato depressivo gli avrebbe anche causato un attacco epilettico alla guida, con un conseguente incidente.

 

Not the actual photo - Pexels

Nel 2014, dopo essere stato in congedo di malattia per 7 mesi proprio a causa del suo stato di salute, Frederic è stato licenziato dall’azienda. Prima era un uomo felice, soddisfatto del suo lavoro, ed era un dipendente modello. Le cose sono però cambiate quando l’azienda ha perso un contratto e l’uomo è stato costretto a svolgere lavori d’ufficio: questo cambiamento - che lo ha costretto a svolgere mansioni lontane dalle sue capacità - ha portato Frédéric all’esaurimento, e a quella che lui stesso definisce “una discesa all’inferno”.

L’uomo, nel 2016, ha così deciso di rivolgersi ad un tribunale, e ha chiesto 360.000 euro di risarcimento danni. La causa ha avuto un lungo corso, e alla fine il tribunale ha dato ragione a Frederic: il suo lavoro, noioso e demotivante, lo ha privato delle sue responsabilità e della grinta, causandogli un malessere emotivo da non sottovalutare. Questo ha obbligato l’ex datore - che ha sempre respinto ogni accusa - di lavoro a risarcire l’uomo con 40.000 euro. Il caso di Frederic ha dato origine ad un nuovo termine, che sta ad indicare un malessere emotivo per la mancanza di lavoro: “boreout”, ovvero l’opposto di “burnout”.

 

Advertisement