"Cerco 60 autisti di camion e offro 3000 euro al mese ma non trovo nessuno": l'appello dell'imprenditore - Curioctopus.it
x
"Cerco 60 autisti di camion e offro…
Alieni sulla Terra ad agosto 2021: la teoria di un uomo che dice di aver viaggiato nel tempo Mangia delle patatine dal piatto di un suo amico: lui gli chiede un bonifico di 40 centesimi

"Cerco 60 autisti di camion e offro 3000 euro al mese ma non trovo nessuno": l'appello dell'imprenditore

12 Agosto 2021 • di Irene Grazia Paladino
8.170
Advertisement

Il mondo del lavoro è un mondo difficile ed estremamente competitivo: trovare l’impiego giusto – soddisfacente da un punto di vista personale, professionale ed economico – è una vera e propria sfida. Molti imprenditori, però, presentano una prospettiva diversa: nonostante offrano opportunità di lavoro, non riescono a trovare dei dipendenti. Per quale motivo? Spesso tendiamo a pensare che il problema sia lo stipendio: non ci si accontenta più di lavorare 8-10 ore al giorno per poche centinaia di euro, eppure la storia che ha raccontato questo imprenditore è ben diversa.

Gerardo Napoli è amministratore della società Napolitrans, un’azienda di logistica della provincia di Salerno – in Italia – che si occupa di trasporto alimentare. Chi dice che non ci sia lavoro si sbaglia, perché l’uomo ha raccontato di non riuscire a trovare autisti di camion: ne servirebbero 60 e, nonostante le condizioni lavorative siano molto buone, nessuno ha risposto ai suoi annunci di lavoro. Gerardo racconta di aver offerto un lavoro di 9 ore al giorno per 5 giorni settimanali, con uno stipendio di 3000 euro netti al mese. La sua azienda, infatti, ha fatturato 80 milioni ma l’uomo è convinto di poter fatturare ancora di più. Il giro di affari della società di trasporti non riesce ad espandersi proprio perché manca personale.

Per guidare un camion serve l’apposita patente, e già diversi imprenditori avevano fatto una richiesta al governo: servono circa 17 mila autisti nel settore della logistica, ma sembra che sempre meno giovani italiani siano disposti a prendere la patente necessaria e a mettersi alla guida di un Tir. Stavolta, quindi, le condizioni lavorative non rappresentano un limite. Gennaro dice che “per fare il camionista ci vuole la patente E per prenderla servono seimila euro circa e sei mesi di studio. Non tutti hanno la costanza e i soldi, ma noi non possiamo farci carico noi del costo della patente. Sei mila euro moltiplicati per 60 lavoratori sarebbe un investimento troppo oneroso, ma se ci fosse un investimento pubblico per aiutare disoccupati in uscita da un’azienda in crisi a conseguire la patente, noi valuteremmo con attenzione le candidature”. 

Il lavoro quindi c’è, e non sempre le condizioni lavorative sono inaccettabili, e non ci resta che chiederci se il governo promuoverà delle iniziative e faccia degli investimenti per spingere i giovani ad intraprendere questo percorso lavorativo, da molti considerato “minore”.

Tags: LavoriAssurdiStorie
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie