Uno studio scopre che le api adorano la cannabis: questa pianta potrebbe aiutarle a non scomparire - Curioctopus.it
x
Uno studio scopre che le api adorano…
20 foto con Babbo Natale che si sono trasformate in momenti grotteschi ed esilaranti 20 persone che sono riuscite a fallire anche il lavoro più semplice che avevano da fare

Uno studio scopre che le api adorano la cannabis: questa pianta potrebbe aiutarle a non scomparire

18 Dicembre 2020 • di Lorenzo Mattia Nespoli
1.274
Advertisement

Sono tempi duri per le api. Ormai lo sappiamo bene: cambiamenti climatici, pesticidi, distruzione degli habitat e tanti altri fattori di matrice umana stanno rendendo la vita di questi insetti impollinatori sempre più complessa. E la loro scomparsa provocherebbe effetti catastrofici anche su di noi, sulla nostra economia e sulla nostra alimentazione, dato che le api sono i principali responsabili dell'impollinazione e dunque del benessere delle colture.

E, proprio riguardo alle piante, ce ne sono alcune che, stando agli studi sul tema, sembrano essere particolarmente predilette dagli insettini gialli e neri. Una in particolare è parecchio conosciuta anche fra noi umani, certo non per gli stessi motivi per cui è apprezzata dalle api... Stiamo parlando della cannabis, che a quanto pare, per loro, è semplicemente squisita e potrebbe aiutarle a salvarsi.

immagine: Pxhere

Secondo uno studio condotto dagli scienziati della Cornell University, le api vivono una sorta di attrazione irrinunciabile nei confronti della cannabis. Più alte sono le piante, maggiore è la loro quantità in un determinato spazio, più sono naturalmente portate a visitarle per gustarsi il loro polline. «Abbiamo scoperto che la Cannabis sativa supportava 16 diverse specie di api - hanno dichiarato i ricercatori - L'altezza della pianta era fortemente correlata alla ricchezza e all'abbondanza di specie di api».

Insomma: un vero e proprio toccasana per questi insetti sempre più a rischio nei nostri ecosistemi. «Coltivatori, gestori del territorio e responsabili politici dovrebbero considerare il suo valore nel sostenere le comunità di api - hanno proseguito gli scienziati - e tener conto della sua attrattiva per le api quando sviluppano strategie di gestione dei parassiti». La cannabis, dunque, può aiutare le api a sopravvivere, sostenendo di fatto la loro impollinazione.

immagine: Pixabay

Oltre che da piante dai colori vivaci e dal nettare dolce, stando a questo studio, sembrerebbe che le api siano attratte anche da piante totalmente diverse, proprio come la cannabis. Questi vegetali, inoltre, non hanno bisogno di pesticidi per la crescita, altro fattore che le rende particolarmente utili e sicure per gli insetti. Sebbene l'accostamento tra la cannabis e un insetto così operoso possa incuriosire, sappiate che sarà impossibile vedere qualche effetto "particolare" sulle api, in quanto questi animali semplicemente non hanno recettori dei cannabinoidi, le sostanze che influiscono sul sistema nervoso.

Di certo, scherzi a parte, si tratta di una buona notizia, di quelle che possono far guardare i problemi da una nuova prospettiva. Vista la situazione catastrofica a cui gli insetti impollinatori stanno andando incontro, a questo punto non resta che augurarsi che si investa un po' di più sulle coltivazioni di cannabis!

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie