Nel deserto del Sahara crescono più alberi del previsto: una possibile "arma" contro i cambiamenti climatici - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Nel deserto del Sahara crescono più…
Un'università giapponese lancia il primo corso di studi sui ninja: una laurea singolare e ricca di tradizione Un contadino trova 4 gattini nella stalla ma poi scopre che si tratta di rari esemplari di gatti selvatici

Nel deserto del Sahara crescono più alberi del previsto: una possibile "arma" contro i cambiamenti climatici

16 Ottobre 2020 • di Simone Fabriziani
2.183
Advertisement

La Natura sa essere a volte molto più efficiente nel sapersi "curare" dalle sue ferite di quanto non lo sia stata e continua a non esserlo la comunità umana, a sua volta causa maggiore dell'inquinamento ambientale nel Pianeta in cui viviamo. Se nell'agenda internazionale ormai l'emergenza dei cambiamenti climatici è all'ordine del giorno, fa piacere venire a conoscenza del fatto che alcune zone aride del pianeta in cui viviamo sembrano "rispondere" a questo cambiamento con la voglia di vivere e prosperare.

via: Nature
immagine: TreeAid/Flickr

Martin Brandt, assistente professore di geografia all’Università di Copenhagen e autore principale di questa ricerca, ha affermato su Nature che le immagini satellitari dei deserti del Sahara e del Sahal nel continente africano hanno dato come risultato una presenza numerica di alberi e piccoli arbusti maggiore rispetto agli anni passati e alle ricerche già analizzate in precedenza: " Siamo rimasti molto sorpresi dal fatto che nel deserto del Sahara crescano così molti alberi. Certamente ci sono vaste aree brulle, ma ci sono ancora zone ad alta densità di alberi e anche tra le dune sabbiose ci sono qua e là alcuni alberi che crescono."

Le immagini satellitari analizzate hanno rilevato come, al 2020, alcune delle zone del Sahara occidentale e del Sahel e della cosiddetta "zona subumida" sono costellate di circa 1,8 miliardi di alberi.

immagine: Pikist

Questa indagine condotta dall'Università di Copenhagen può fornire ai ricercatori e agli ambientalisti dei dati preziosissimi che potrebbero aiutare a combattere il processo della deforestazione e a decentrare i centri di stoccaggio della produzione e lavorazione del carbonio in alcune aree del Pianeta.

Un flebile dato positivo che potrebbe diventare in futuro un timido passo verso un'inversione di rotta per la salvezza del nostro Pianeta. Noi lo speriamo con tutto il cuore.

Tags: CuriosiNaturaAmbiente
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie