Non tutti sanno che esiste un motore di ricerca che usa i suoi soldi per piantare alberi: ne ha piantati oltre 100 milioni in tutto il mondo - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Non tutti sanno che esiste un motore…
12 foto che mostrano tutti i problemi che le ragazze basse devono affrontare giorno dopo giorno Un ragazzo crea una bicicletta elettrica utilizzando il motore di una lavatrice: raggiunge i 65 km/h

Non tutti sanno che esiste un motore di ricerca che usa i suoi soldi per piantare alberi: ne ha piantati oltre 100 milioni in tutto il mondo

16 Luglio 2020 • di Simone Fabriziani
1.982
Advertisement

A partire dal 2009, il motore di ricerca online Ecosia ha utilizzato la maggior parte delle entrate derivanti dalla pubblicità sul suo sito Web e sulla sua app per piantare alberi in tutto il mondo, e nel mese di luglio 2020 il sito ha festeggiato l'impianto del loro centomilionesimo albero. Un traguardo storico e molto importante per questo motore di ricerca che ha fatto moltissimo negli ultimi anni per quanto riguarda il processo di riforestazione degli albero nel Pianeta.

Fondata da Christian Kroll, questa organizzazione no-profit tedesca è stata una delle prime in Europa a piantare in tutto il mondo specie di alberi autoctoni, sulla scia del fenomeno della piantagione di alberi di massa che è scaturito agli inizi degli anni 2000, quando gli scienziati iniziarono a ipotizzare che l'aumento delle emissioni di CO2 potesse essere contrastato reintegrando le foreste del mondo.

Ecosia si è sempre rivolta ai paesi con un maggiore patrimonio di biodiversità, dove la perdita di alberi corrispondeva direttamente alla perdita di specie stesse. Ciò li ha portati a lanciare progetti negli anni successivi in Nicaragua e Perù, Burkina Faso e Malawi, Indonesia e Australia.

immagine: Ecosia Blog

Ad esempio, a seguito dei devastanti incendi in Amazzonia nel 2019, il numero di persone che avevano installato l'app Ecosia è raddoppiato, consentendo loro di finanziare un progetto di 3 milioni di alberi in Brasile. Sulla scia degli incendi boschivi australiani, Ecosia iniziò a ripristinare le foreste native in quell'area; proprio nel 2019 hanno celebrato il traguardo dei 50 milioni di alberi, letteralmente raddoppiato l'anno successivo.

Come ha detto Ecosia nel suo blog al raggiungimento dei 100 milioni di alberi piantati, "100 milioni di alberi affrontano la crisi climatica rimuovendo 1771 tonnellate di CO2 ogni giorno, ma ciò significa molto di più. 100 milioni di alberi significano habitat per animali in via di estinzione. Significa fiumi sani, più biodiversità e terreno fertile e più frutta, noci e oli per le comunità locali."

In tutti quest anni Ecosia si è sempre impegnata a rimanere un'organizzazione no-profit che non ha mai venduto la sua azienda a terzi; tutti i loro sforzi sono dedicati alla salvaguardia delle meraviglie di Madre Natura.

Tags: CuriosiNaturaAmbiente
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie