5 pappagalli imparano delle parolacce e insultano i visitatori del parco: la direzione è costretta a isolarli - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
5 pappagalli imparano delle parolacce…
17 immagini che ci mostrano il mondo in cui viviamo da una prospettiva decisamente diversa 18 fotografie d'epoca che raccontano la Storia da un punto di vista insolito

5 pappagalli imparano delle parolacce e insultano i visitatori del parco: la direzione è costretta a isolarli

30 Settembre 2020 • di Marta Mastrogiovanni
1.324
Advertisement

Alcune specie di pappagalli, si sa, riescono ad imparare e a ripetere un gran numero di vocaboli che sentono pronunciare dai propri padroni. I pappagalli cenerini (Psittacus erithacus) sembra siano addirittura in grado di associare alcune parole umane con il loro significato, almeno parzialmente. Al safari park "Lincolnshire Wildlife Park", in Inghilterra, cinque esemplari di cenerini sono stati allontanati dal pubblico perché insultavano i visitatori ad ogni passaggio. I volatili hanno in qualche modo imparato a pronunciare delle parole poco carine e piuttosto fuori luogo, soprattutto in presenza di bambini al parco, e per questo sono stati spostati in un'altra area più riparata.

via: BBC

Cinque simpatici pappagalli cenerini, originari dell'Africa, si sono fatti notare dal grande pubblico per la loro spiccata capacità nel ripetere le parole sbagliate. Jess Newton, del parco, ha riferito che inizialmente i visitatori erano anche divertiti da questa insolita "trovata", non potendo immaginare che si trattasse di un caso insolito. Tuttavia, considerando la grande presenza di minori e bambini piccoli tra il pubblico, si è scelto di spostare i volatili e di non esporli più durante le visite.

immagine: Pixnio

Sembra che ad ogni risata e responso un po' scioccato dei visitatori, i pappagalli si sentissero sempre più incoraggiati a continuare con il loro turpiloquio. Steve Nichols, il capo del parco, sperava che la cosa si esaurisse nel giro di poco tempo, e non immaginava si ritrovarsi con cinque pappagalli pronti ad insultare i visitatori che hanno appena pagato il biglietto. Ora, i volatili sono stati spostati all'interno di alcune colonie, dove si spera possano imparare parole diverse e variare il loro vocabolario. La speranza è che i cinque esemplari non contagino anche gli altri pappagalli con la loro "maleducazione", altrimenti il parco si ritroverebbe con 250 pappagalli pronti ad insultare chiunque.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie