Come riconoscere e combattere i sintomi dello stress - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Come riconoscere e combattere i sintomi…
Un uomo ricostruisce il volto dei nostri antenati: ecco come eravamo migliaia di anni fa Gli uomini calvi sono più intelligenti e virili degli altri: ecco perché

Come riconoscere e combattere i sintomi dello stress

1.846
Advertisement

Lo stress è una sindrome di adattamento: esso insorge nel momento in cui la vita presenta difficoltà, per cui abbiamo bisogno di una forza di volontà superiore per superarle. Alcuni studiosi hanno perciò diviso lo stress in "buono" (eustress) e "cattivo" (distress). Infatti, per quanto una certa dose di stress sia utile per affrontare i problemi della vita, essere eccessivamente stressati fa male alla salute. Ecco, allora, come riconoscere il distress.

via: NCBI
immagine: Wikimedia

Secondo la psichiatra Elizabeth Zamerul Allyil corpo reagisce ai momenti di tensione o minaccia diventando vigile e attivando una serie di reazioni biochimiche. Una di queste reazioni consiste nell'attivazione della ghiandola surrenale, che è demandata alla produzione di adrenalina, noradrenalina e cortisolo. Le prime due sostanze dilatano i vasi sanguigni degli organi vitali del corpo, al fine di preservarli dalla situazione di rischio e ridurre la circolazione in luoghi meno importanti. Il secondo aumenta la glicemia e trasforma il grasso in energia.

Il problema insorge quando questa situazione perdura per troppo tempo. In questi casi, infatti, il rischio è che queste sostanze diventino deleterie per l'organismo, portandolo ad ammalarsi.

immagine: Flickr

Siccome i sintomi dello stress variano a seconda del corpo e della personalità di ognuno, la dottoressa Zamerul ha indicato 20 indicatori per riconoscere il distress:

  • Tensione eccessiva e costante
  • Dolore muscolare
  • Agitazione
  • Impazienza
  • Tremori
  • Debolezza
  • Affaticamento subitaneo
  • Rabbia
  • Irritazione
  • Palpitazioni o extrasistoli
  • Sudore freddo
  • Diarrea
  • Insonnia
  • Mancanza di respiro
  • Vertigine
  • Memoria debole
  • Secchezza delle fauci
  • Brividi di freddo
  • Formicolio agli arti
  • Perdita di capelli

Ovviamente, la sola presenza di questi segnali non è sufficiente per elaborare una diagnosi, ma rappresenta ottimo modo per monitorare i propri livelli di stress.

Advertisement
immagine: Unsplash

Lo stress, di per sé utile, può quindi diventare fortemente debilitante. Vivere in una situazione di perenne stress può aumentare il rischio di malattie cardiovascolari, oltre a portare i livelli di glicemia e trigliceridi oltre i livelli massimi, con il rischio di incorrere nel diabete di tipo 2 o in problemi ancora più gravi.

Ecco perché imparare a superare il distress può essere davvero un salvavita. La psichiatra Zamerul consiglia allora di imparare a gestire la respirazione e a rilassarci, praticando ad esempio la meditazione o lo yoga, e di iniziare un percorso psicoterapeutico. I farmaci, invece, non vanno mai presi senza il consiglio di un medico.

Lo stress può degenerare nella malattia, imparare a vincerlo può curarci.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie