Caldo o freddo non vi danno pace? Sony ha realizzato il primo condizionatore che... si indossa - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Caldo o freddo non vi danno pace? Sony…
Gli scienziati confermano: ad oggi la soluzione più efficace contro i cambiamenti climatici è piantare alberi. Ecco quanti ne servono Questo braccio robotico ispirato a Star Wars permette agli amputati di recuperare il senso del tatto

Caldo o freddo non vi danno pace? Sony ha realizzato il primo condizionatore che... si indossa

29 Luglio 2019 • di Lorenzo Mattia Nespoli
3.690
Advertisement

Non nascondiamocelo: il clima a cui siamo abituati ormai non conosce mezze misure. Sembra un proverbio scontato, ma non è del tutto distante dalla realtà. Il caldo torrido arriva all'improvviso e non dà tregua per giorni, così come, senza neanche accorgersene, ci ritroviamo in fredde e piovose giornate invernali.

Rifugiarsi in un locale, in un negozio o in un centro commerciale con l'aria condizionata - o il riscaldamento - è l'unica soluzione per "sopravvivere" nei giorni in cui le temperature troppo alte o troppo basse diventano davvero un problema.

Non sarebbe bello, allora, avere con noi sempre e ovunque un piccolo dispositivo che regoli in modo confortevole la temperatura? Fantascienza? No, realtà: vediamo di che si tratta.

via: The Sun

تصویر میں دکھائی گئی ڈیوائس اگر آپ اپنے پہنے ہوئے کپڑوں میں لگائیں تو گرمی میں یہ آپ کے جسم کو ٹھنڈا، اور سردی میں آپ کے...

Pubblicato da Johar Munir su Giovedì 25 luglio 2019

L'idea è nata da Sony, la celebre azienda giapponese da sempre leader nell'innovazione tecnologica. Il "marchingegno delle meraviglie" in questione si chiama Reon Pocket, ed è un vero e proprio condizionatore d'aria tascabile.

Avete capito bene: questo dispositivo, poco più grande di un telefono cellulare e dal peso di soli 85 grammi, si inserisce in una maglietta creata appositamente con una tasca per accoglierlo e, grazie alla connessione bluetooth che stabilisce con lo smartphone, può essere controllato in tutta semplicità dal telefono.

Se fa caldo, vi permetterà di abbassare la temperatura fino a 13 gradi in meno rispetto a quella corporea; se invece è una fredda giornata invernale e siete fuori, potrete aumentare il calore fino a 8 gradi. Se ancora non siete convinti, sappiate che questo piccolo gadget sfrutta l'effetto Peltier, un principio termoelettrico molto utilizzato in vari campi per la refrigerazione.

Sony's Reon Pocket is an iPhone-controlled personal air conditioner http://dlvr.it/R94znW

Pubblicato da Apple News su Giovedì 25 luglio 2019

Il mini-condizionatore Sony viene posto dietro al collo e, sebbene ovviamente non possa rinfrescare come un condizionatore d'ambienti, può dare un notevole aiuto nel mantenere fresca o calda la parte superiore del corpo, quando proprio non si riesce a sfuggire al clima estremo.

La praticità di Reon Pocket, poi, è davvero molta. Si ricarica in circa 2 ore con un cavo USB type C, ed ha un'autonomia stimata di 90 minuti. Per far divenire realtà la sua idea, l'azienda di Tokyo ha attivato una piattaforma di crowdfunding chiamata First Flight, che sta dando risultati sorprendenti. In pochi giorni è stato coperto circa il 51% dell'obiettivo (275mila euro su 545mila).

Advertisement

Dunque, non resta che provare la reale efficacia di questo dispositivo. Purtroppo, però, in un primo momento la cosa potrebbe non essere così facile, visto che Sony venderà Reon Pocket a partire da metà 2020 e solo in Giappone, a un costo che oscillerà tra i 130 e i 160 dollari.

La sua diffusione in tutto il mondo, però, non è affatto da escludere, considerando anche come moda e tecnologia stiano diventando sempre di più due facce della stessa medaglia!

Source:

https://www.theverge.com/circuitbreaker/2019/7/27/8931701/sony-reon-pocket-portable-wearable-air-conditioner-heater-heatwave-t-shirt

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie