Nasce in Argentina il primo "villaggio solare", una comunità interamente alimentata da un impianto fotovoltaico - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Nasce in Argentina il primo "villaggio…
È terminato il restauro della tomba di Tutankamon: ecco le foto che mostrano l'antico splendore ritrovato Successo per il casco che salva i capelli dalla chemio: in Italia un altro ospedale lo mette a disposizione

Nasce in Argentina il primo "villaggio solare", una comunità interamente alimentata da un impianto fotovoltaico

1.553
Advertisement

In Argentina, nella provincia di Jujuy, è stato messo a punto un progetto che costituisce una pietra miliare nella conversione energetica dalle risorse fossili a quelle rinnovabili. Grazie ad una collaborazione tra l'amministrazione regionale e le società Qmax ArgentinaEJESA, EJSEDSA e la compagnia specializzata in batterie VZH, è nato a gennaio del 2019 il primo impianto fotovoltaico autonomo che fornirà energia per l'intera comunità di Olaroz Chico; quest'ultimo diventerà quindi il primo villaggio solare del paese.

La Puna, regione del nord dell'Argentina, ha la caratteristica di avere i livelli di radiazioni solari tra i più alti del mondo, e contemporaneamente ospita enormi giacimenti di litio, fondamentale per le batterie di accumulo. Questi due aspetti hanno quindi reso la zona ottimale per questo esperimento, che si spera sarà il primo di molti altri.

Prima dell'installazione dell'impianto, la comunità utilizzava dei generatori alimentati a diesel, altamente inquinanti sia a livello ambientale che sonoro, e dalla resa discontinua. Ora, grazie ai pannelli e alle batterie messi a punto dal team di ingegneri forniti dalle varie società, la popolazione può godersi l'energia elettrica 24 ore al giorno, in totale silenzio e senza respirare aria contaminata.

Anche se ovviamente il villaggio conta poche centinaia di abitanti, il significato simbolico di questo progetto è altissimo, e speriamo possa ispirare altri progetti simili in tutto il mondo.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie