I bambini che crescono a contatto con animali domestici sono meno predisposti alle allergie: lo conferma la ricerca - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
I bambini che crescono a contatto con…
Lavorare con un collega antipatico può arrivare a toglierti il sonno, rivela uno studio Una misteriosa anomalia sta indebolendo il campo magnetico terrestre: quali saranno le conseguenze?

I bambini che crescono a contatto con animali domestici sono meno predisposti alle allergie: lo conferma la ricerca

1.827
Advertisement

Probabilmente avete sentito dire molto spesso che crescere in un ambiente asettico e privo di batteri sia dannoso per il sistema immunitario dei bambini, poiché quest'ultimo non viene stimolato a svilupparsi in maniera idonea. Ebbene, non solo questa convinzione è vera, ma i ricercatori dell'Università di Göteborg in Svezia hanno trovato una correlazione anche con la presenza degli animali domestici.

A quanto pare crescere con animali in casa – e con i batteri che questi veicolano – potenzia il sistema immunitario, rendendo i bambini meno soggetti a sviluppare allergie nell'età adulta.

via: PLOS ONE
immagine: pexels

La ricerca ha preso in considerazione due diversi set di dati accumulati da due studi precedenti. In questi database erano raccolte informazioni su centinaia di bambini, e tra queste informazioni vi erano anche la presenza di animali in casa durante l'infanzia e le allergie sviluppate (come asma, eczema, febbre da fieno e rinocongiuntivite).

Il primo set di dati, che prendeva in considerazione oltre 1.029 bambini tra i 7 e gli 8 anni, ha permesso di rilevare che l'incidenza delle allergie era del 49% nei bambini cresciuti senza animali. Questo dato scendeva al 43% se in casa c'era un amico a quattro zampe e al 24% se gli animali domestici erano tre.

Nel secondo set di dati, su un campione di 249 bambini, si aveva un'incidenza del 48% in assenza di animali, che scendeva a 35% con un animale domestico e al 21% con due o più.

immagine: Maxpixel

Secondo i ricercatori la corrispondenza è assolutamente evidente e non giustificabile con altri fattori: più i bambini venivano esposti alla presenza di animali domestici durante l'infanzia, meno possibilità avevano di sviluppare predisposizioni allergiche.

Advertisement
immagine: pxhere

Se a questo aggiungiamo i benefici emotivi che un cane o un gatto apportano allo sviluppo del bambino, e l'impulso che danno all'attività fisica dell'intera famiglia... non possiamo che concludere che crescere con un animale domestico sia la cosa più bella che un bambino possa sperare.

Tags: AnimaliScienzaBambini
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie