Le cialde mandano la moka in pensione: Bialetti rischia di chiudere i battenti - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Le cialde mandano la moka in pensione:…
Gli scienziati mostrano 11 rarissimi animali australiani... che sembrano usciti da un incubo Scoperto il codice di auto-distruzione delle cellule tumorali: la chemio potrebbe andare in pensione

Le cialde mandano la moka in pensione: Bialetti rischia di chiudere i battenti

6.970
Advertisement

Tutti abbiamo una moka in casa, ma probabilmente, da qualche tempo, svolge solo la funzione di soprammobile: le cialde hanno di gran lunga superato la classica macchinetta in termini di praticità e – diciamocelo – gusto. Ma il passaggio da moka a cialde o capsule non è privo di conseguenze come potrebbe essere un qualsiasi altro evento di superamento tecnologico. Le cialde ci fanno sì risparmiare tempo, ma inquinano l'ambiente –  non essendo riciclabili – e qualcuno sostiene che riservino lo stesso trattamento anche alla nostra salute.

immagine: VirtualWolf/Flickr

I tempi cambiano, le abitudini e tanti oggetti di uso comune finiscono per essere obsoleti. Non ci sarebbe stato nulla di male se la moka fosse diventata una di questi, ma il problema nasce nel momento in cui a sostituirla subentra qualcosa di nocivo. Le capsule e le cialde di caffè costituiscono un grande problema in quanto non riciclabili: chiaramente un tema di "poco conto" rispetto ai vantaggi che offrono, primo tra tutti la possibilità di bere un caffè squisito nel giro di qualche secondo, oppure quella di assaporare un gusto di caffè sempre diverso.

Ma a quale prezzo? A pagare le spese di questo cambio di abitudini pare non essere solo l'ambiente: seppure in quantità minime, infatti, le cialde – quelle di plastica in primis possono rilasciare sostanze tossiche. C'è chi dirà che ci sono mille modi per riciclarle, scordandosi che per prendersi davvero cura dell'ambiente bisogna non produrre rifiuti, non trovare un modo di riciclarli. 

La vicenda della Bialetti è un'occasione per fermarci a riflettere su dove stiamo andando: davvero basta la possibilità di guadagnare qualche minuto di tempo rifiutando la moka, per cedere alla tentazione di bere un caffè in capsule? Cosa finiremmo a mangiare se la nostra vita accelerasse sempre di più il suo ritmo?

Fonte: 

Tags: ItaliaGreenAmbiente
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie