10 piante e animali che sembrano innocui e invece sono pericolosissimi - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
10 piante e animali che sembrano innocui…
Viaggi in aereo? Ecco 8 cose che è meglio NON indossare a bordo 9 modi in cui il sistema educativo finlandese ci convince che 'Fare meno è fare di più'

10 piante e animali che sembrano innocui e invece sono pericolosissimi

53.642
Advertisement

Si dice di fare attenzione ai lupi vestiti da pecore. È il problema con alcune piante o animali che sembrano delle innocue pecore e invece sono dei pericolosissimi lupi! E poi chi ha detto che le pecore siano davvero innocue? Non sono sempre i predatori a costituire un pericolo per gli uomini e gli altri animali, anzi. A volte proprio chi è per lo più una preda, ha sviluppato sistemi difensivi letali!

Ecco 10 cose da cui dovreste guardarvi in natura.

1. Le oche.

immagine: imgur

Un secolo di cartoni animati ci ha insegnato un mucchio di sciocchezze sulla tenerezza di questi animali. Chi lavora in campagna invece lo ha sempre saputo: le oche sono cattivissime! Hanno uno spiccato istinto territoriale e una forte aggressività. Alcune sono usate persino per fare la guardia!

2. Abro

L'abro è una arbusto diffuso nei paesi tropicali che dà frutti dai colori molto accesi e invitanti. Sono infatti usati per farne gioielli ma attenzione a mangiarne anche solo uno: vengono usati da alcune tribù per fabbricare frecce avvelenate!

Advertisement

3. Ornitorinco

immagine: Klaus/Wikimedia

Gli ornitorinchi non sono solo degli animali stranissimi e dall'aspetto dolce e inoffensivo. I maschi hanno anche degli speroni cavi sulle caviglie che usano per iniettare veleno nei predatori. Non è letale per l'uomo ma fa comunque molto male.

4. Polpi dagli anelli blu

Meravigliosi animali che si trovano lungo le barriere coralline dell'oceano Pacifico e di quello Indiano. Hanno un morso molto delicato e le vittime non si accorgono neanche di essere stati aggrediti. Non prima che arrivi la paralisi e il blocco delle vie respiratorie. Non si conoscono ancora antidoti efficaci.

5. Rane e Rospi.

immagine: Quartl/Wikimedia

Nelle fiabe le principesse baciano il rospo che diventa un principe. Nella realtà meglio stare molto lontano da questi anfibi. È pieno di specie estremamente velenose, anche di piccolissime dimensioni, che vengono tradizionalmente usate dalle tribù di tutto il mondo per fabbricare proiettili avvelenati.

6. Palme da cocco.

immagine: Pixabay

Un'altra cosa che nella cultura pop gode di un'ottima fama, quasi metonimia della salvezza dopo il pericolo. Ma pensateci due volte prima di gironzolare attorno a questi alberi o, peggio ancora, riposarvi sotto la loro ombra. Le noci di cocco pesano un chilo e mezzo e gli alberi possono raggiungere l'altezza di trenta metri. Non volete essere lì sotto quando ne cade una, fidatevi.

7. Lori lento

immagine: toxin/Wikimedia

Questo tenerissimo primate asiatico ha degli occhioni che parlano da soli e figura come piccolo esserino indifeso in molti cartoni animati. Non è certo un grande predatore, ma neanche indifeso: quando è spaventato, secerne delle tossine dal gomito che poi mischia con la saliva e morde il suo aggressore. Il veleno è doloroso e può causare shock anafilattico.

8. Cicuta

immagine: Fritzflohrreynolds

Questo è un caso inverso: tutti conoscono la (meritata) fama della cicuta, il cui veleno uccise Socrate. Il problema è che, in natura, può essere facilmente scambiata per sedano o prezzemolo. Viene considerata tra le piante più velenose del Nord America e non bisogna neppure toccarla.

9. Scoiattoli.

Gli scoiattoli sono di temperamento mite e vivono in molti parchi cittadini. Tuttavia meglio non dare da mangiare loro: potrebbero venire irritati dalla vostra presenza e mordervi. Non sono velenosi, ma il loro morso porta molte malattie come salmonella e rabbia.

10. Distributori Automatici

immagine: chester/wikimedia

Eh sì, non siamo stati sinceri con voi: non è una pianta o un animale ma non poteva mancare dal nostro elenco. Secondo alcune statistiche, ogni anno negli Stati Uniti i distributori automatici fanno più vittime degli degli squali.

Se vi si incastra un prodotto, acquistate quello dietro o chiamate un responsabile, ma non provate MAI a inclinare il macchinario. È così che stabiliscono il loro inquietante record.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie