Gli invincibili gladiatori romani: ecco l'inaspettata dieta che dovevano seguire

Claudia Melucci image
di Claudia Melucci

18 Dicembre 2016

Gli invincibili gladiatori romani: ecco l'inaspettata dieta che dovevano seguire
Advertisement

Sebbene l'epoca in cui viviamo sia incentrata particolarmente sull'alimentazione, non cessano di esistere falsi miti a cui si finisce per credere ingenuamente: ad esempio, chi l'ha detto che per essere in forze ed energici bisogna necessariamente mangiare proteine animali? A smentire questa credenza non solo ci sono molti atleti che aderiscono ad un regime alimentare vegetariano, ma già secoli indietro si sapeva che non c'è alcuna correlazione tra il consumare carne e l'essere muscolosi.

Una prova concreta? I gladiatori romani seguivano una dieta vegetariana. 

La dieta dei gladiatori è stata confermata da uno studio condotto dall'Università di Vienna e di Berna.

La dieta dei gladiatori è stata confermata da uno studio condotto dall'Università di Vienna e di Berna.

greenstyle.it

I ricercatori hanno analizzato gli scheletri ritrovati in un cimitero di gladiatori nella città romana di Efeso, in Turchia. 

Un esame spettroscopico delle ossa ha rivelato che i combattenti seguivano una dieta vegetariana, costituita da cereali, legumi e verdure. 

Advertisement

Lo stesso esame condotto sullo scheletro di un "civile", ha mostrato come in realtà la maggior parte dei romani si cibassero di piatti senza carne e non solo i gladiatori.

Lo stesso esame condotto sullo scheletro di un "civile", ha mostrato come in realtà la maggior parte dei romani si cibassero di piatti senza carne e non solo i gladiatori.

effetmer.centerblog.net

Una differenza tra i gladiatori e la popolazione comune però è stata rilevata: la concentrazione di stronzio e calcio è di gran lunga superiore nei combattenti. La spiegazione si ritrova in un tipo di bevanda che i gladiatori erano soliti assumere subito dopo un incontro, per reintegrare i minerali e le energie perdute: una bevanda a base di cenere, spesso citata nei testi storici dell'epoca, in grado di rinvigorire il corpo umano dopo un intenso sforzo. Un'abitudine simile a quella odierna di assumere compresse effervescenti di magnesio e calcio dopo un periodo di attività fisica. 

La storia rende evidente l'inesattezza della convinzione che chi non consuma proteine animali risulta essere perennemente stanco e spossato.

La storia rende evidente l'inesattezza della convinzione che chi non consuma proteine animali risulta essere perennemente stanco e spossato.

eguardoilmondodalmioblog.com

Ovviamente chi sceglie di non consumare più carne deve sostituire i nutrienti con altri alimenti adeguati e non semplicemente farne a meno! Le conseguenze che la salute può subire possono essere gravi e irreversibili.

Anche i gladiatori lo sapevano che per stare in forma non bisogna far mancare niente al proprio corpo! 

Advertisement