La ricarica rapida delle auto elettriche causa un degrado maggiore delle batterie? Risponde uno studio

Gianmarco Bonomo image
di Gianmarco Bonomo

19 Maggio 2024

La ricarica rapida delle auto elettriche causa un degrado maggiore delle batterie? Risponde uno studio
Advertisement

Rispetto al passato, oggi utilizziamo tantissimi dispositivi elettronici quali smartphone, computer portatili, smartwatch, auto elettriche. Di conseguenza, è diventato vitale prendersi cura delle loro batterie così da allungarne la vita utile: non solo infatti queste batterie sono difficili da sostituire, ma allo stesso tempo richiedono pratiche adeguate per rallentare il loro degrado. Proprio il caso delle auto elettriche è stato analizzato in una ricerca condotta da Recurrent Auto, con l’obiettivo di capire se la ricarica veloce porta a un degrado maggiore della batteria. Vediamo cos’hanno scoperto i tecnici.

Advertisement

Meglio la ricarica lenta della batteria o quella veloce?

Unsplash

Forse più che in dispositivi elettronici tascabili come gli smartphone, nelle auto elettriche la batteria è uno degli elementi più importanti. Senza un’adeguata carica, si è costretti a rimanere letteralmente fermi, senza potersi muovere. Per questa ragione, il web è pieno di consigli classici sulla ricarica delle batterie: evitare di scaricarle del tutto, evitare di caricarle del tutto, preferire le ricariche lente rispetto a quelle rapide, e così via. Proprio su quest’ultimo punto si è concentrato lo studio di Recurrent Auto. Davvero è meglio preferire una ricarica lenta della batteria dell’auto? E se ho fretta?

Nella loro ricerca, i tecnici dell’azienda si sono concentrati sul degrado delle batterie di oltre 12 mila Tesla Model 3 e Tesla Model Y, con dei risultati decisamente interessanti. L’obiettivo era misurare la salute delle batterie fra chi preferisce la modalità veloce di ricarica e chi preferisce le ricariche lente, ma la risposta ha stupito tutti. Non ci sono differenze significative nel degrado della batteria fra i due metodi di ricarica.

Advertisement

Tesla Model 3 e Tesla Model Y a confronto sul degrado della batteria

Per entrare nello specifico della ricerca, Recurrent Auto ha studiato per oltre cinque anni la Tesla Model 3, uno dei modelli di punta della casa automobilistica. In questo caso, i risultati hanno confermato quanto abbiamo appena detto: non ci sono differenze significative fra ricarica veloce e ricarica lenta. Tradotto: la batteria ha avuto un degrado simile a prescindere dalle modalità di ricarica: in entrambi i casi, le batterie hanno perso circa l’11% di autonomia. Per quanto riguarda invece la Tesla Model Y, in tre anni di studi addirittura la ricarica veloce si è dimostrata più conservativa rispetto alla ricarica lenta, sebbene di pochissimo.

Nel cercare di interpretare questi risultati, Recurrent Auto ha puntato il dito verso la temperatura delle batterie durante la ricarica auto. Un conto è infatti permettere che le batterie si riscaldino troppo durante in questa fase, un conto è mantenere sotto controllo la loro temperatura, magari attraverso una pompa di calore apposita. Molte case automobilistiche ne forniscono una, troppo spesso come optional.

Alcune buone pratiche per mantenere in salute la batteria dell’auto elettrica

Unsplash

Come abbiamo visto, più che il tipo di ricarica condizionano il degrado le condizioni della batteria, soprattutto relative alla sua temperatura durante l’operazione. Per questa ragione, ci sono alcune buone pratiche che permettono di mantenere in salute la batteria dell’auto elettrica. Ecco le principali:

  • Condizioni di caldo. In queste condizioni, è sempre consigliabile regolare la temperatura della batteria dell’auto elettrica con il sistema di gestione termica. Alcune case automobilistiche, come dicevamo, lo includono di serie, mentre in altri casi è un optional: evitare la ricarica rapida sarebbe più indicato.
  • Condizioni di freddo. In questo caso, è meglio guidare per alcuni chilometri prima di ricaricare la batteria, così da evitare la placcatura del litio e compromettere le prestazioni della batteria. Se presente, risulta utile un sistema che limita la velocità di ricarica fino alla temperatura ottimale.

In conclusione, è vero che per lungo tempo la ricarica lenta è stata considerata la migliore pratica per allungare la vita utile della batteria. Lo studio di Recurrent Auto tuttavia fornisce un altro punto di vista, dimostrando che la ricarica rapida non sempre danneggia la batteria. Ad alcune condizioni.

Advertisement