Albero di Natale vero o finto? La scelta più sostenibile per il pianeta non è quella che pensi

Gianmarco Bonomo image
di Gianmarco Bonomo

24 Dicembre 2023

Albero di Natale vero o finto? La scelta più sostenibile per il pianeta non è quella che pensi
Advertisement

L’albero di Natale è ormai diventato il simbolo delle festività di fine anno. Che sia grande, piccolo, a prova di gatto o più creativo, ne abbiamo almeno uno in ogni casa. Eppure, la maggiore consapevolezza ambientale ha fatto sorgere un dubbio: è meglio un albero di Natale vero oppure uno finto? Entrambe le soluzioni hanno vantaggi e svantaggi, ma cosa è meglio scegliere? Cerchiamo di scoprirlo!

Albero di Natale vero o albero di Natale finto: questo è il dilemma

Albero di Natale vero o albero di Natale finto: questo è il dilemma

Pexels

Al netto del gusto personale, un dibattito più serio sull’albero di Natale vero o finto riguarda la sua sostenibilità. Da una parte, infatti, abbiamo un abete nato e cresciuto, mentre dall’altra abbiamo un semplice ammasso di plastica. In teoria, non c’è alcun confronto, giusto? Sì e no, perché non è semplice decidere quale dei due alberi è più sostenibile per l’ambiente. Per esempio, ha provato a farlo uno studio del WAP Sustainability Consulting, che nella sua analisi sulla sostenibilità dell’albero di Natale ha considerato questi parametri:

  • Emissioni di gas serra. Le emissioni sono uno dei parametri più utilizzati per descrivere l’impatto delle attività umane sull’ambiente, e lo stesso vale anche per gli alberi di Natale. Da questo punto di vista, davvero non c’è storia: gli alberi artificiali emettono CO2, mentre gli alberi naturali la assorbono. Nonostante ciò, utilizzando un albero di Natale finto per più anni, le emissioni si compensano.
  • Inquinamento. Anche qui il trend è simile, perché gli alberi artificiali inquinano molto ma soltanto se utilizzati per un singolo anno. Tenendolo per più anni, un albero di Natale finto diventa meno oneroso per il pianeta e, talvolta, più vantaggioso di un albero naturale.
  • Utilizzo dell’acqua. Diverso parametro, stesso risultato: un conto è l’acqua usata per produrre l’albero artificiale, un conto è invece il suo utilizzo nel corso di diversi anni.

Advertisement

Albero di Natale vero: pro e contro

Albero di Natale vero: pro e contro

inkknife_2000/Wikimedia Commons - CC BY-SA 2.0 DEED

Come abbiamo visto, la situazione non è così sbilanciata nei confronti di un tipo di albero di Natale o di un altro. Per esempio, un albero di Natale vero ha diversi vantaggi, come per esempio il supporto agli agricoltori locali e l’assorbimento di anidride carbonica durante i sette anni di crescita. Per non parlare dell’atmosfera unica e tradizionale che un albero di Natale vero è in grado di generare.

Eppure, ci sono anche diversi svantaggi da considerare. Il primo riguarda la perdita di aghi durante le poche settimane in cui lo si tiene in casa. In generale, poi, è necessario curare un abete con un adeguato posizionamento e un’attenzione alla temperatura, mai troppo alta. Ma il vero punto a sfavore di un albero di Natale vero è la sua durata: nella quasi totalità dei casi viene sostituito annualmente, contribuendo così all’impatto ambientale legato a trasporti e smaltimento.

Albero di Natale finto: pro e contro

Albero di Natale finto: pro e contro

Pexels

Le osservazioni appena fatte non vogliono certo dire che quindi l’albero di Natale finto è migliore sotto tutti i punti di vista. La sola produzione su larga scala e il trasporto hanno come conseguenza le elevate emissioni di anidride carbonica nell’atmosfera. Inoltre, la plastica è un materiale inquinante e difficile da smaltire o riciclare.

Allo stesso tempo, però, un albero di Natale finto presenta anche molti vantaggi. Certo, è più comodo e può essere riutilizzato, ma è anche più resistente e permette una facile manutenzione. Il vero punto a favore di un albero di Natale artificiale risiede però nella sua durata: se utilizzato per almeno 5 anni, può già risultare meno dannoso per l’ambiente. E farlo arrivare a 10 anni di utilizzo può abbattere, nel tempo, le sue emissioni.

Qual è il vero albero di Natale sostenibile per l'ambiente?

Qual è il vero albero di Natale sostenibile per l'ambiente?

Pexels

Albero di Natale vero e albero di Natale finto hanno ciascuno i propri vantaggi e svantaggi. In qualche modo, però, entrambi possono essere considerati “dannosi” per l’ambiente. Esistono tuttavia alternative che, sebbene richiedano un po’ di creatività, rappresentano un vero albero di Natale sostenibile. Nello specifico, si tratta di:

  • Albero di Natale in metallo. Si tratta di una sorta di alternativa moderna e stilizzata alla plastica di un albero finto o ai rami di un albero vero;
  • Albero di Natale in cartone e legno. Questi sono materiali economici, ecologici e spesso presenti in casa, nonché riutilizzabili, ma è necessaria una certa manualità.
  • Alberi di Natale “creativi”. Esistono anche soluzioni più creative e senza dubbio meno ortodosse, come gli alberi di Natale realizzati con libri, carta o materiali riciclati.

In conclusione, la scelta fra alberi di Natale veri e finti va oltre l’estetica, così come anche le soluzioni più creative viste in questo paragrafo. Se l’obiettivo è un Natale sostenibile, allora sarà necessario scendere a qualche compromesso. Se invece l’idea è quella di avere un impatto minimo sull’ambiente, scegliere fra albero di Natale vero e albero di Natale finto è senza dubbio possibile. Ricordandosi di farlo con consapevolezza.

Advertisement