Sei una persona freddolosa? Ecco perché soffri le basse temperature più degli altri

Francesca Argentati image
di Francesca Argentati

28 Ottobre 2023

Sei una persona freddolosa? Ecco perché soffri le basse temperature più degli altri
Advertisement

Quando le temperature scendono inesorabilmente, tutti sentiamo freddo, ma qualcuno lo soffre in modo particolare e più accentuato: perché? C'è un motivo per cui alcune persone sono più freddolose di altre? Scopriamo la risposta.

Advertisement

Non tutti sentono freddo allo stesso modo

Non tutti sentono freddo allo stesso modo

Pexels

Quando arriva l'inverno, è il momento di procedere al cambio degli armadi e sostituire i capi leggeri con gli indumenti più pesanti. Se le condizioni ideali sono rappresentate dalle temperature miti, come quelle autunnali e primaverili, l'estate e l'inverno possono metterci alla prova: alla domanda "soffri più il cado o il freddo?" tu da che parte stai? Le temperature "estreme", o particolarmente basse piuttosto che alte, non sono vissute e percepite da tutti allo stesso modo e c'è chi riesce a sopportare meglio il caldo afoso rispetto al gelo rigido e viceversa. Alcune persone risentono del freddo più di altre e sono di solito quelle che indossano soprabiti fin quando le temperature non superano i 25°, che tremano al primo soffio fi vento fresco e che amano stare quanto più possibile in casa o in ambienti chiusi nel periodo del "letargo". Sono anche quelle che adorano l'acqua bollente sotto la doccia e la cui meta preferita difficilmente sarà una montagna innevata. Parliamo, naturalmente, delle persone cosiddette "freddolose".

Percepire il cambio di temperatura è fondamentale per la nostra salute e sopravvivenza: se non ci rendessimo conto dell'aumento del caldo e del freddo, infatti, potremmo rischiare colpi di calore o, al contrario, l'ipotermia. Il nostro corpo è in grado di accorgersi delle più piccole variazioni termiche tramite i nervi della pelle, che le comunicano tempestivamente al nostro cervello, il quale "ordina" ai vasi sanguigni di restringersi per arginare le perdite di calore e tutelare il corpo.
Questo fenomeno è percepibile soprattutto nelle dita di mani e piedi, che diventano particolarmente freddi e hanno bisogno di essere coperti da guanti e calzini pesanti. Come abbiamo detto, però, non tutte le persone reagiscono allo stesso modo al freddo e alcune possono trovarlo persino molto piacevole. Coloro che lo soffrono possono avvertire anche il tremore del corpo, dovuto a contrazioni muscolari involontarie che servono a produrre calore: si tratta di risposte fisiologiche del tutto naturali e innate nel corpo umano, che però possono manifestarsi in modo diverso in base alle persone.

La risposta alle basse temperature è soggettiva, ma da cosa dipende questa diversità?

Advertisement

Ecco perché alcune persone sono più freddolose di altre

Ecco perché alcune persone sono più freddolose di altre

Freepik

Quali sono i motivi per cui alcune persone sentono più freddo di altre?

  • Uno dei fattori determinanti della diversa risposta al freddo riguarda la corporatura: in presenza di maggiori quantità di tessuto adiposo, ovvero il grasso che si trova sotto la cute, che permette di isolare il corpo dal freddo esterno e di disperdere meno calore.
  • La differenza tra uomini e donne in questo caso è determinante: se un corpo maschile e femminile hanno la medesima massa corporea, è probabile che il secondo avrà più grasso sottocutaneo, dunque avvertirà in modo più lieve la sensazione di freddo. Se, invece, la quantità di tessuto adiposo è la medesima in un uomo e in una donna, quest'ultima sentirà di più il gelo, poiché probabilmente la sua massa corporea è più ridotta.
  • Inoltre, la vasocostrizione nelle estremità degli arti è più accentuata nelle donne in determinati periodi, come durante il ciclo mestruale, la percezione del freddo può variare e intensificarsi a causa delle fluttuazioni ormonali. Al contrario, il testosterone negli uomini può inibire la sensibilità del TRPM8, uno dei ricettori del freddo.
  • Anche l'età è un fattore determinante: dopo i sessant'anni, la capacità del corpo di preservare il calore comincia a diminuire gradualmente, ma si riduce anche la percezione del freddo. Dunque, se prima si era freddolosi, si potrebbe sviluppare una maggiore resistenza alle basse temperature e iniziare a tremare soltanto quando sono molto rigide, ma allo stesso modo risulterà più difficile riuscire a scaldarsi.

La scienza ha ancora molto da scoprire sul modo in cui il corpo risponde e si adatta al freddo, ma la sua percezione è molto probabilmente dovuta proprio alla quantità di calore che perdiamo.

Sei una persona freddolosa? Alcuni consigli per scaldarti meglio

Sei una persona freddolosa? Alcuni consigli per scaldarti meglio

Freepik

Se fai parte della categoria di persone che si definiscono freddolose, ecco come puoi difenderti dalle basse temperature e trovare un confortevole calore nei lunghi e gelidi inverni:

  • Terapia d'urto: trascorrere del tempo all'aperto, quindi esporti al freddo, può aiutarti a sviluppare una maggiore tolleranza alle basse temperature. Sappiamo che l'idea non ti piace, ma potrebbe essere una soluzione definitiva!
  • Indumenti a strati: quando devi uscire e sai già cosa tia spetta, opta per un abbigliamento a strati, in modo da catturare il calore fra i vari indumenti e tenere il corpo al caldo.
  • Estremità coperte: guanti, calzettoni e cappelli imbottiti ti aiutano a mantenere mani, piedi e testa al riparo dal freddo. Queste sono le aree del corpo che disperdono maggiore calore, pertanto è importante tenerle coperte.
  • Vestiti termici: un'opzione efficace è quella di optare per indumenti termici, realizzati appositamente per mantenere il calore vicino alla pelle.
  • Attività fisica: l'esercizio e l'allenamento, anche se brevi, aumentano la circolazione del sangue e di conseguenza apportano una sensazione di calore.
  • Cibo e bevande: consuma alimenti calorici e ricchi di grassi sani, che ti aiutano a produrre calore interno, e gusta una bevanda calda come caffè, tè, brodo, cioccolata o tisane alla cannella o allo zenzero, ottime per contrastare il freddo.

E tu sei una persona freddolosa o sopporti bene le basse temperature?

Advertisement