7 volte in cui le masse hanno creduto a delle bufale, dando origine ad eclatanti atti di stupidità - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
7 volte in cui le masse hanno creduto…
Questo fotografo combina immagini storiche con fotografie del presente... il risultato è un viaggio nel tempo! 20 immagini sorprendenti che mostrano ciò di cui è capace Madre Natura

7 volte in cui le masse hanno creduto a delle bufale, dando origine ad eclatanti atti di stupidità

11.463
Advertisement

Le bufale non sono frutti dei giorni moderni: sin dalla notte dei tempi le false notizie circolano tra le popolazioni, racimolando consensi in modo gratuito. Oggi si può avere l'impressione che le notizie false condizionino molto di più la mente delle persone rispetto al passato, ma vi dimostreremo il contrario o almeno che è sempre stato così: ecco 8 fatti che ci ricordano le volte in cui le masse non hanno avuto abbastanza senso critico da riconoscere una bufala. 

1. Gli spaghetti e l'albero degli spaghetti – 1957

immagine: Screenshot Youtube

Era il pesce d'aprile del 1957 quando l'emittente britannica BBC mandò in onda un filmato su una improbabile raccolta degli spaghetti in Svizzera: nel video si vedevano donne e uomini intenti a prendere la pasta da un "albero di spaghetti" e riporla in cestini di legno. La BBC fu letteralmente travolta dalle telefonate di tutti coloro che avevano visto lo spot e che volevano avere maggiori informazioni su come coltivare questa pianta miracolosa. La risposta dei centralinisti fu altrettanto spiritosa: "Mettete un pugno di spaghetti in un barattolo di pomodoro e sperate per il meglio".

2. Lo sterminio dei passeri voluto da Mao Zedong – 1958

Per far crescere l'economia cinese, Mao Zedong organizzò una campagna d'igiene pubblica, chiamata "chiamata d'eliminazione dei quattro flagelli": il suo scopo era eliminare i quattro animali che portavano più di altri malattie nella popolazione e danni all'agricoltura, ovvero ratti, passeri, zanzare e mosche.

Nonostante l'assurdità della campagna, il consenso tra la popolazione fu eccezionale: milioni di cinesi iniziarono ad uccidere questi animali, soprattutto i passeri perché ritenuti responsabili di privare la popolazione di parte dei cereali coltivati. La moria degli uccelli fu così vasta che venne alterato l'equilibrio ecologico del paese: ci fu un aumento spropositato di locuste, che suggerì che i passeri si cibavano sì dei cereali piantati, ma anche di tanti altri insetti.

Advertisement

3. Lo sconosciuto che si finse poliziotto per 10 anni – anni '90-2000

Un uomo, la cui identità è tutt'ora sconosciuta, si finse un agente della polizia per far spogliare alcune dipendenti donne davanti ai loro capi: a quest'ultimi diceva di stare cercando una criminale, sospettata di essere una delle dipendenti. Alle donne, invece, diceva di stare indagando sul datore di lavoro per essere un possibile molestatore, e che loro dovevano fare da esca per riuscire ad incastrarlo. 

Nonostante le segnalazioni, l'uomo riuscì a farsi beffa dei capi d'azienda e delle dipendenti per oltre 10 anni.

4. L'ignoranza in matematica che costò cara ad una catena di fast food – anni '80

Dopo il successo del panino di McDonald's con un hamburger da 1/4 di libbra, un'altra catena fast food, la A&W, decise di lanciare un panino simile, allo stesso prezzo, con un hamburger da 1/3 di libbra. Tuttavia, i guadagni non salirono alle stelle come ipotizzato. Perché? Le persone credevano che 1/3 di libbra fosse una quantità minore rispetto ad 1/4 di libbra e per questo continuarono a preferire il panino del McDonald's.

5. La mania per i tulipani degli olandesi – 1637

immagine: pixabay.com

In Olanda, durante quello che viene chiamato il Secolo d'Oro Olandese, i tulipani divennero uno status symbol che i cittadini erano disposti a pagare oro pur di possedere. Nel biennio 1636-37 i tulipani arrivarono ad essere scambiati con una tonnellata di burro, mezza tonnellata di formaggio o 12 pecore. Il picco si ebbe nel mese di febbraio, ma già i primi di marzo il prezzo dei tulipani crollò drasticamente. 

Advertisement

6. Il pericolo delle masse si rivela in occasione dell'attentato alla Maratona di Boston – 2013

Sunil Tripathi è il nome di un ragazzo scomparso nel mese di marzo 2013. Quando nell'aprile dello stesso anno ci fu l'attentato alla maratona di Boston, su alcuni forum su internet venne identificato come il responsabile degli attacchi. Ci fu una vera e propria mobilitazione di massa per una caccia all'attentatore, nonostante ci fossero diversi indizi che suggerivano un errore nel considerare il giovane come il criminale. Prima che venissero individuati i responsabili dell'attacco, la famiglia e i conoscenti di Sunil vennero molestati dalle persone che li accusavano di essere dei complici. Solo il ritrovamento del corpo del giovane mise a tacere queste ignobili voci. 

7. La fine del mondo e la reazione delle masse – 2000.

immagine: maxpixel.net

Tra la notte del 31 dicembre 1999 e il primo gennaio 2000 ci fu un errore informatico a causa del cambio di data: la maggior parte dei computer in uso all'epoca non supportava la data "2000", con il rischio che potesse andare in tilt. La questione assunse rilevanza mondiale, in quanto i governi stessi si mobilitarono per scongiurare danni informatici alle banche dati più importanti.

La notizia iniziò a prendere la forma di un evento apocalittico a causa della diffusione di articoli da parte di gruppi millenaristici che suggerivano alle persone di fare scorte di cibo e di costruirsi un bunker. Molti supermercati furono presi d'assalto da tutti coloro che avevano creduto alla notizia.

Tags: CuriosiStoria
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie