x
Una gigantesca nube di polvere mangia…
Unisce sculture in legno e lastre di vetro: ecco i suoi tavoli incantevoli Tristan da Cunha: l'isola più remota al mondo si trova nel bel mezzo dell'Oceano Atlantico

Una gigantesca nube di polvere mangia le città: ecco uno dei più suggestivi fenomeni naturali

21 Agosto 2016 • di Claudia Melucci
7.292
Advertisement

Nel corso dei secoli le paure dell'uomo sono cambiate ma ce n'è una che non è mai svanita: quella dei fenomeni naturali. L'uomo non è in grado di far nulla per impedire una violenta inondazione o un terremoto capaci di radere al suolo intere città. In questi casi ci si rende conto di quanto l'essere umano sia impotente davanti alle forze naturali: non a caso anche il cinema ha più volte imputato alla volontà di Madre Natura la fine del mondo.

Trai fenomeni atmosferici più suggestivi e impressionanti c'è la tempesta di sabbia: una colonna di polvere che sembra ingoiare le città oscurando perfino la luce del sole. 


Le tempeste di sabbia si originano a partire da impetuose correnti d'aria che sollevano una grande quantità di polvere e sabbia.

È necessario un clima arido che renda le microparticelle molto volatili. Nell'immagine, una tempesta di sabbia in Iran nel 2005.

Advertisement

Quando si alzano forti correnti che creano un turbinio di microparticelle viene oscurata perfino la luce del sole.

Solitamente le tempeste di sabbia si verificano in estate quando la siccità contribuisce alla formazione di polveri sottili.

In meteorologia esiste una differenza tra tempesta di sabbia e di polvere: la prima si riferisce al fenomeno in cui particelle più grandi vengono scaraventate vicino alla superficie terrestre insieme a quelle più piccole che ostacolano la propagazione dei raggi solari.

Advertisement

La tempesta di polvere invece coinvolge particelle di raggio minore che vengono soffiate per lunghe distanze. Quest'ultima avviene nelle zone urbane.

La sabbia coinvolta può raggiungere anche i 15 metri di altezza. La più grande tempesta mai registrata ha scaraventato le microparticelle a 1524 metri di altezza.

Advertisement

I venti che le causano hanno una velocità molto elevata, raggiungono i 40 km/h, dunque la comparsa di tempeste di sabbia è repentina.

Le persone che si trovano coinvolte in una tempesta simile devono coprirsi la faccia e soprattutto le vie respiratore per evitare il soffocamento.

Advertisement

Questi fenomeni sono piuttosto frequenti nei luoghi aridi e caldi.

È necessario rifugiarsi in luoghi chiusi e ben riparati dall'esterno, interrompere la guida in quanto la visibilità si riduce a zero.

La durata del fenomeno è di qualche minuto, abbastanza per creare danni e disagi alle città.

Vedere una tempesta di sabbia dall'esterno è impressionante: è possibile osservare il muro di polvere allargarsi sull'intera città.

Decisamente uno scenario apocalittico!

Nel 2007 una tempesta di sabbia ha colpito il Sudan: a causa della colorazione del terreno, le città furono avvolte da una coltre rosa.

In molti paesi è un fenomeno che accade spesso per questo le persone hanno con sé sempre una mascherina da indossare in caso di necessità.

immagine: corriere.it

Allontanatevi il più possibile dalla colonna di polvere e munitevi di panni per coprire occhi, naso e bocca. Se riuscite a starne fuori non dimenticatevi di scattare qualche foto a questo suggestivo fenomeno naturale! 

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie