I 'Piedi di Loto': ecco l'antichissima usanza cinese che rendeva le donne irresistibili - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
I 'Piedi di Loto': ecco l'antichissima…
Tutti conoscono i samurai, ma pochi sanno che ne esisteva una versione tutta al femminile Un anziano sconfigge una feroce malattia e decide di dedicarsi ad un progetto

I 'Piedi di Loto': ecco l'antichissima usanza cinese che rendeva le donne irresistibili

47.342
Advertisement

I canoni di bellezza, soprattutto quelli femminili, hanno sempre richiesto sofferenze più o meno profonde per essere rispettati: in Africa e in Asia è molto apprezzato un collo lungo e per ottenerlo le donne indossando file di anelli che partono dalle spalle fino al mento. Nei paesi occidentali, il corpo deve essere privo di ogni peluria e tanto le donne quanto gli uomini la asportano con metodi poco piacevoli. La bellezza non ha standard e varia nel tempo e nei luoghi del mondo. 

Un'altra bizzarra (quasi macabra) pratica femminile è stata attuata in Cina fino alla prima metà del '900: qui i piedi delle donne venivano deformati artificialmente per far assumere loro una forma appuntita e una dimensione molto contenuta. I piedi piccoli erano molto apprezzati dagli uomini del tempo. 

L'articolo contiene immagini che possono colpire la sensibilità di alcuni lettori. 

In Cina la pianta dei piedi veniva piegata con delle bende molto strette. La sua lunghezza non doveva superare i 12 centimetri.

immagine: elinsolitoglobo

La tradizione ha avuto inizio all'interno della corte dell'Imperatore Li Yu, in cui una ballerina eccelleva nella danza grazie a delle bende che le tenevano i piedi ben stretti e le permettevano di eseguire in questo modo passi di danza altrimenti impossibili. 

L'imperatore si infatuò della giovane, diffondendo tra le donne della corte il desiderio di avere dei piedi simili ai suoi: iniziarono a legarsi i piedi sottoponendosi ad una tortura lunga anni, fino a comprometterne la forma naturale.

I piedi perfetti avevano una lunghezza tra 7 e 12 centimetri, arcuati a 'mezza luna', sottili e morbidi. L'andatura che ne derivava era ondeggiante e molto lenta: tutto questo conferiva grazia e leggerezza alle donne. 

La tradizione sopravvisse per molti secoli fino a raggiungere una condizione di assurdità: soltanto le donne con i piedi deformati riuscivano a sposarsi e molto spesso trovavano mariti ricchi.

immagine: es.wikipedia.org

I "piedi di loto", così venivano chiamati per sottolinearne l'eleganza, erano diventati simbolo delle prosperose facoltà economiche della famiglia di appartenenza della donna. 

Advertisement

Una tortura che iniziava a partire dai 2 anni nelle famiglie più ricche.

immagine: taringa.net

Per poter essere deformate le ossa dovevano essere giovani e in fase di sviluppo, per questo alle bambine venivano ben presto fasciati i piedi. Nelle classi contadine l'usanza iniziava più tardi per permettere di lavorare nei campi fino a poco prima di entrare nell'età adatta allo sposalizio, intorno ai 15 anni. 

Per deformare le piante dei piedi erano necessari minimo 3 anni, ma per tutta la vita dovevano essere tenute in scarpe dalla forma assurda. Anche di notte dovevano essere indossate, per non regredire nella deformazione. 

Il giorno d'inizio della pratica veniva predetto da un rituale astrologico.

immagine: kizaz.com

Prima di procedere con la fasciatura, i piedi venivano lavati accuratamente e trattati con allume. Le bende usate avevano una larghezza di 5 cm ed erano lunghe 3 metri, interamente avvolte attorno alle piante. 

La deformazione consisteva in due aspetti: avvicinare l'alluce al tallone incurvando il piede, e portare le altre 4 dita al di sotto della pianta.

Al termine della distorsione, il tallone diveniva l'unico punto di appoggio, causando un'andatura fluttuante, come i fiori di loro al vento. 

Se la pratica veniva iniziata in tenera età, dopo 10 anni la bambina presentava piedi non più lunghi di 10 centimetri.

immagine: es.wikipedia.org
Advertisement

Trascorsi 10 anni, le bende continuavano ad essere indossate ma molto meno strette.

immagine: escalofrio.com

Nei primi anni il dolore che si prova nell'avere i piedi costretti in tal modo è lancinante: alla fine viene meno quando il nervo perde la sua sensibilità, ma quello alla schiena, all'anca e nel resto del corpo permane per l'intera vita. 

Attorno ai piedi di loto ruotava una vera e propria ossessione: ben 58 categorie diverse descrivevano i tipi di piedi, passando dalla forma ordinaria a quella sublime.

immagine: batanga.com

Gli uomini cadevano ai piedi delle donne soltanto se i loro piedi avevano una forma del genere. La loro perversione era tale che nacque la moda di far immergere un piede perfetto in una tazza di tè prima di bere. 

Il rituale di corteggiamento consisteva nel far cadere una fazzoletto vicino una donna, in modo da sfiorarle i piedi: se lei non si dimostrava scostante, l'uomo avrebbe proseguito con il baciarle il collo del piede. 

Advertisement

Queste sono le scarpe rigide che venivano indossate durante tutto il giorno dalle donne. I disegni ricamati accentuavano la forma arcuata.

immagine: es.wikipedia.org

In Cina vivono ancora oggi un centinaio di donne con i piedi di loto. La loro andatura risulta compromessa se non praticamente impossibile. Il loro corpo anziano non può essere sostenuto da un appoggio così piccolo.

immagine: taringa.net
Advertisement

Le donne ancora oggi in vita possono raccontare di numerose storie d'amore, tutte nate dall'apprezzamento dei loro piccoli piedi.

immagine: taringa.net

Con il diffondersi della cultura occidentale in Cina questa pratica secolare è andata a decadere. È durata comunque fino agli anni '50.

immagine: elinsolitoglobo

L'usanza estrema ha deformato innumerevoli piedi di donne cinesi, e presenta delle similitudini con le pratiche di bellezza moderne a causa dell'ossessione con cui vengono eseguite.

immagine: elinsolitoglobo

D'altro canto, vedere un canone di bellezza trasformato in violenza e perversione non è poi così raro neanche nella società odierna...

immagine: elinsolitoglobo
Tags: CinaIncredibiliStoria
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie