I medici spiegano cosa accade al cervello quando camminiamo nella natura. Decisamente affascinante. - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
I medici spiegano cosa accade al cervello…
Si costruiscono una casa di appena 37 mq ma non vogliono rinunciare al comfort: ecco il risultato Un fotografo tra gli indiani d'America: ecco le potenti immagini di una civiltà perduta

I medici spiegano cosa accade al cervello quando camminiamo nella natura. Decisamente affascinante.

7.566
Advertisement

Quando è stata l'ultima volta che siete andati a fare una passeggiata nella natura? Lo stile di vita contemporaneo ci impone un ritmo frenetico e sono rare le persone che, nella società occidentale, non hanno mai sperimentato stress e ansia. Recenti studi scientifici hanno dimostrato che le passeggiate, le escursioni e il trekking - insomma, tutte le attività svolte in un ambiente naturale lontano dalla città - provocano dei cambiamenti fisiologici e mentali positivi per la nostra salute.

Scoprite 5 degli incredibili benefici provocati dal contatto con la natura.

Libera la mente e chiarisce le idee

Secondo uno studio della National Academy of Sciences, camminare 90' in un ambiente naturale ha un impatto positivo sullo stato d'animo delle persone, riducendo la malinconia, lo stress e le preoccupazioni.

Invece, sempre lo stesso studio ha dimostrato che camminare 90' in città non implica nessuna differenza per l'umore.

Gli studi sul cervello hanno dimostrato che coloro che camminano regolarmente nella natura presentano un minor flusso di sangue nella corteccia prefrontale subgenuale, l'area responsabile degli sbalzi d'umore e della depressione.

Aumento della creatività

Dopo 4 giorni di riposo nella natura senza accesso alla tecnologia e lontani dalla stimolazione digitale costante, la creatività aumenta. Nei partecipanti, che sono stati sottoposti a numerosi test, è stato dimostrato un incremento del 50%.

Advertisement

Aumento della concentrazione

Le notifiche costanti, i gruppi di WhatsApp, le e-mail, le continue interruzioni di tutti i giorni minano la nostra capacità di concentrazione.

Uno studio condotto nel 2004 ha dimostrato empiricamente che una passeggiata nella natura è in grado di aumentare la nostra concentrazione e alleviare i deficit di attenzione.

Energia e stato d'animo positivo

Le attività all'aria aperta e l'esercizio fisico aumentano la capacità di conservare le informazioni e riducono la perdita di memoria.

Sentirsi meglio con se stessi

La natura ha delle proprietà che potremmo definire "curative": è scientificamente dimostrato che migliora la salute fisica e mentale delle persone e può avere benefici effetti calmanti sui nostri sensi.

Inoltre, gli spazi aperti cambiano la chimica del nostro cervello, riducendo lo stress e aiutandoci a sentirci felici.

Advertisement

Un'escursione è quindi la risposta a tutti i nostri problemi?

Ovviamente no, ma ha un impatto oggettivamente positivo sulla nostra salute fisica e mentale, oltre che sulla nostra vita sociale.

Che cosa aspettate allora? Zaino in spalla!

Tags: Scienza
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie