Hanno perso tutto ciò che avevano a causa di un post su Facebook: ecco la loro storia - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Hanno perso tutto ciò che avevano a…
Le misteriose ricchezze trovate in un appartamento parigino rimasto chiuso per 70 anni Un postino francese colleziona pietre per 33 anni: ecco il suo magnifico progetto

Hanno perso tutto ciò che avevano a causa di un post su Facebook: ecco la loro storia

16.200
Advertisement

Per questa famiglia, un momento di pura gioia si è trasformato in pochi minuti in una catastrofe: il tutto per aver scritto un post Facebook. Una nuova casa, un nuovo lavoro, quello dei loro sogni, e una figlia appena nata: tutto ciò era il giusto inizio di un futuro di amore e serenità. La giovane coppia, Mark Higgins e sua moglie Becky Szenk, hanno impiegato più di qualche tempo a realizzare quello che è accaduto loro.

Una leggerezza, la loro, che è costata cara. Ecco cosa è successo.

Avevano acquistato una nuova casa più vicina al luogo di lavoro, ossia un pub che loro stessi avevano aperto con i loro risparmi.

Per trovare un aiuto per il trasloco, hanno scritto un post Facebook: ha risposto un uomo, di nome Lee Green, disposto a trasportare gli averi nella nuova casa.

Advertisement

Era gentile e professionale nel lavoro. In 45 minuti tutta la casa era sul furgone. La coppia lo aspettava al pub per indicargli la nuova casa, ma Lee Green tardava. Ci misero un po' a realizzare la verità: non esisteva alcun Lee Green.

Mobili, oggetti, ricordi, i giochi della bambina, l'anello di fidanzamento di Becky: tutto era su quel furgone che non hanno mai più rivisto. Non potevano credere a quello che era loro accaduto. Era così sciocco, impossibile... eppure realtà.

Quello che importava più alla coppia era fermare quell'uomo. Scrissero un secondo post, per avvertire le persone di affidare i traslochi solo a persone fidate, e di eseguire tutti i controlli possibili sulla società.

In tutta questa storia, Marck e Becky hanno potuto conoscere il peggio ed il meglio di quello che le persone al mondo possono offrire: non potevano immaginare che un uomo potesse fare un'azione così crudele ad una famiglia, ridurla senza averi nel giro di un'ora, dopo anni di sacrifici. Tuttavia grazie alla disponibilità di altre persone, hanno potuto racimolare altri mobili e denaro, grazie alle donazioni di parenti, amici ma anche di persone sconosciute, che si sono sensibilizzate nel leggere la loro storia.

Da quel giorno eseguono tutti i controlli possibili sull'identità delle persone con cui lavorano o a cui chiedono un servizio: un'abitudine che tutti dovremmo avere, per evitare di incorrere in situazioni del genere... soprattutto oggi, nell'epoca dei social.

Tags: CuriosiUtili
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie