L’affascinante leggenda della Joyeuse, la spada di Carlo Magno con poteri speciali - Curioctopus.it
x
L’affascinante leggenda della Joyeuse,…
Capanno fuori, casa super-lussuosa dentro: questo rifugio di guerra vale 2 milioni di dollari Come dire “no” ai bambini utilizzando il linguaggio positivo: la strategia per farsi ascoltare

L’affascinante leggenda della Joyeuse, la spada di Carlo Magno con poteri speciali

18 Aprile 2021 • di Irene Grazia Paladino
1.799
Advertisement

Esistono spade che hanno fatto la storia e attorno alle quali ruotano leggende antichissime. Queste sono state impugnate da grandi personaggi nel corso delle loro eroiche imprese. La spada Joyeuse, di Carlo Magno, è una delle più famose. Joyeuse, che letteralmente significa “gioiosa”, è oggi conservata al Museo del Louvre. Questa sarebbe stata utilizzata, più di 1200 anni fa, in diverse cerimonie di incoronazione ed è protagonista di leggende che le attribuiscono poteri speciali.

via: quora.com

La spada è lunga 105cm e pesa circa 1.63 kg. Nel corso del tempo la spada, forgiata in circa 3 anni da un grande fabbro di nome Galas, subì delle modifiche: una volta nell’impugnatura era raffigurato un giglio, che fu poi rimosso. Anche il fodero è stato modificato. Il pomo della spada risale al X e XI secolo, la croce alla seconda metà del XII secolo e l'impugnatura al XIII secolo. 

È anche considerata da alcuni storici la spada che ha aiutato Carlo Magno a unire l'Europa occidentale e secondo una leggenda, questa avrebbe avuto dei poteri magici: si diceva che fosse così luminosa da poter eclissare il sole e accecare i nemici. Si narra anche che potesse cambiare colore 30 volte al giorno e che chiunque la brandisse non potesse essere avvelenato. Nel corso degli anni la spada si guadagnò una grande reputazione e venne definita "la spada che conquistò l'Europa". 

Diverse fonti descrivono Carlo Magno che cavalca in battaglia impugnando la Joyeuse. Il canto di Roland dell'XI secolo dice: “indossava la sua bella cotta di maglia bianca e il suo elmo con pietre tempestate d'oro; al suo fianco pendeva Joyeuse, e non c'era mai stata una spada all'altezza; il suo colore cambiava trenta volte al giorno.”

Advertisement

Che ne è stato della spada dopo la scomparsa dell’imperatore? Non ci sono fonti certe su cosa sia successo e per molti secoli non abbiamo testimonianze. Secondo alcuni resoconti, fu usata all’incoronazione di Filippo il Temerario nel 1270 e – da lì – venne utilizzata anche per l’incoronazione di futuri re francesi. Joyeuse fu trasferita al Louvre il 5 dicembre 1793 e venne utilizzata l’ultima volta nel 1825 per l’incoronazione di Carlo X. Siamo sicuri che la spada che si trova oggi al Louvre sia proprio l’enigmatica arma di Carlo Magno? Non c’è questa sicurezza: una leggenda dice che questa venne sepolta insieme al suo proprietario.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie