Gli uomini "diventano" effettivamente adulti solo a 54 anni: lo ha concluso uno studio - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Gli uomini "diventano" effettivamente…
C'è un segreto dietro il numero del diavolo 666, che non vi farà vedere più allo stesso modo questo simbolo I genitori narcisisti trattano i loro figli come eterni bambini, e le conseguenze non sono positive

Gli uomini "diventano" effettivamente adulti solo a 54 anni: lo ha concluso uno studio

15.416
Advertisement

Sicuramente lo avrete notato: se alcuni decenni fa a trent'anni era normale avere già un figlio o due, oggi il periodo della giovinezza si è sicuramente prolungato. Se ne sono accorti anche gli studiosi della Crown Clinic di Manchester, che hanno deciso di studiare questa tendenza concentrandosi in particolare sugli uomini. La loro indagine ha fatto emergere un dato davvero inaspettato: un uomo si considererebbe a tutti gli effetti adulto soltanto dopo i 54 anni. Alla base ci sarebbero delle motivazioni sociali che ne ritardano la "crescita" al livello emotivo e lavorativo.

immagine: Maxpixel

Secondo l'indagine condotta dai ricercatori del Crown Clinic di Manchester, pubblicata sul The Telegraph, l'età media alla quale un uomo si sente abbastanza sicuro e "in pace" per iniziare a vivere come un vero adulto è appunto 54 anni. La ricerca è basata sugli uomini della società attuale, circondati da tutte le pressioni che la vita moderna comporta, come una situazione finanziaria instabile o una paternità che tarda ad arrivare. Basti pensare che secondo lo studio del Crown Clinic gli uomini non abbandonano le insicurezze giovanili fino alla soglia dei 40 anni e i 2/3 dei neonati negli USA hanno un padre con un'età media di 32 anni.

L'indagine è stata eseguita osservando 1000 uomini prendendo in considerazione fattori come lo stile di vita, la vita professionale e la routine quotidiana. È emerso che in media soltanto dai 54 anni in poi un uomo si sente pienamente sicuro e soddisfatto da iniziare a vivere come un vero adulto! Alla base di questa maturità posticipata c'è una serie di preoccupazioni e ansie comuni in quasi tutti gli uomini, che la società continua ad alimentare.

immagine: DoD News Features

Nell'indagine sono stati presi in considerazione anche personaggi famosi del mondo dello spettacolo, come il celebre Dott. House - Hugh Laurie. Ciò che ostacola un uomo nella sua scalata verso la maturazione sono le molteplici paure e insicurezze che possono essere fisichefinanziarie e sentimentali. In ordine di importanza sono:

  1. Paura di non potersi permettere una casa di proprietà
  2. Paura di essere disoccupati
  3. Una serie di insicurezze fisiche come perdere i capelli, essere in sovrappeso oppure diventare brizzolati
  4. Paura di non trovare la sicurezza sentimentale

Chiudono la top ten l'ansia di non riuscire ad arrivare alla pensione, la povertà, il divorzio e altri problemi molto comuni nella vita moderna.

Viviamo in una società in cui è aumentata l'età media, le difficoltà lavorative sono all'ordine del giorno, la vita costa molto di più: tutto questo ha posticipato la creazione di un proprio nucleo familiare stabile (sia esso pluri o mononucleare). Insomma una serie di paure che la società moderna non ha fatto altro che accentuare. Non c'è da stupirsi quindi se gli uomini, su cui tradizionalmente la società fa ricadere le responsabilità famigliari, non siano poi così ansiosi di crescere...

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie