10 affascinanti specie animali che si sono estinte nell'ultimo secolo... a causa dell'uomo - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
10 affascinanti specie animali che si…
10 affascinanti luoghi abbandonati e le curiose storie che li hanno ridotti in questo stato Confermato: chi spende i soldi in esperienze invece che in beni materiali è molto più felice

10 affascinanti specie animali che si sono estinte nell'ultimo secolo... a causa dell'uomo

02 Agosto 2018 • di Laura Gagliardi
79.344
Advertisement

La teoria dell'evoluzione darwiniana, ormai comunemente accettata, prevede che il processo di selezione naturale comporti la scomparsa non solo di alcune caratteristiche, ma purtroppo anche di intere specie.

Vero è che in questa gara per la sopravvivenza spesso la determinante sia costituita non tanto da fattori di adattamento all'ambiente, quanto di lotta e competizione con specie diverse.

Una di queste in particolare, diffusasi in maniera capillare ed esponenziale nel mondo intero, ha causato l'estinzione di molte specie: si tratta dell'uomo. Ecco le rare foto di alcune specie che non sono sopravvissute all'impatto micidiale con l'essere umano

1. Il Leone berbero- estinto nel 1942

Conosciuto anche come leone dell'Atlante perché originario dell'omonima catena montuosa del Nord Africa, si distingueva per una lunga criniera bruna, che si estendeva oltre la spalla e giù fino alla pancia. Pare che il colore e la dimensione della criniera fosse dovuto alle temperature ambientali, alla nutrizione e al livello di testosterone. 

L'ultimo esemplare fu abbattuto nel 1942 in Marocco. Si ritiene che alcuni ibridi sopravvivano ancora in cattività, come nello zoo di Tèmara, a Rabat; da qui l'idea di far rivivere la specie estinta tramite riproduzione selettiva di questi esemplari.

2. Il Quagga- estinto nel 1883

Originario del Sudafrica e risalente al Pleistocenico, il Quagga era una sottospecie della zebra delle pianure, facilmente riconoscibile per il suo mantello: a strisce bianche e nere nella parte anteriore, e marrone uniforme nella parte posteriore.

Con il moltiplicarsi degli insediamenti olandesi, il Quagga fu pesantemente cacciato, e si estinse in natura nel 1878. L'ultimo esemplare morì in cattività nello zoo di Amsterdam il 12 agosto del 1883.

Advertisement

3. La Tigre di Giava- estinta tra il 1980 e il 1990

Diffusissima nell'isola indonesiana di Giava, questa sottospecie di tigre fu considerata parassitica e spietatamente cacciata. Ridotto il suo habitat a causa della selvaggia espansione umana sull'isola, negli anni '40 fu spinta verso remote catene montuose e foreste.

Nel 1979 ne erano rimaste solo tre, ma a partire dagli anni '80 furono trovate solo le impronte, ma nessun avvistamento diretto. Si ritiene pertanto che si siano estinte.

4. Tecopa pupfish- estinta nel 1979

Sottospecie del pupfish di Amargosa, il Tecopa era un piccolo pesce mangia-larva tipico delle sorgenti calde del deserto di Mojave, in California. Scoperti da Robert Miller nel 1948, i maschi di Tecopa erano di un blu brillante e le femmine a strisce. 

Fu l'espansione delle piscine termali a causarne la fine: infatti, con il loro ampliamento negli anni '60, questi pesci furono sospinti a valle, dove le acque sono più fredde, ed inadatte alla loro sopravvivenza.

L'ultimo avvistamento risale al 1970: dopo una ricerca esauriente di oltre 40 località, il Servizio Fish and Wildlife lo ha ufficialmente dichiarato estinto nel 1981.

5. Foca monaca dei Caraibi- estinta nel 1952

Conosciuta anche come "sigillo dell'India occidentale", fu avvistata ufficialmente per la prima volta da Cristoforo Colombo nel 1494 nei Caraibi, zona d'origine della foca.

Nota per le alghe che crescevano sul pelo, fu selvaggiamente cacciata dagli esploratori spagnoli, per ricavarne pelliccia, pellami, carne ed olio. L'ultimo avvistamento risale al 1952 a Serranilla Bank, tra la Giamaica e il Nicaragua.

6. L'alcefalo Bubale - estinto nel 1925

Tipico delle aree desertiche del Maghreb, il Bubale era una sottospecie di antilope color sabbia, che viveva in branchi di 100-200 esemplari. Il loro declino iniziò nel XIX secolo, a seguito della conquista francese dell'Algeria: divenuti preda prediletta dei militari coloniali, furono cacciati fino all'estinzione: l'ultimo esemplare in natura venne ucciso a Missour in Marocco nel 1925. 

7. Il Tilacino- estinto nel 1936

Noto col nome di Tigre della Tasmania per via delle strisce trasversali scure sul dorso, il tilacino era un marsupiale carnivoro diffuso in Australia, Tasmania e Nuova Guinea. Si trattava di un predatore apicale, ovvero all'apice della catena alimentare: non a caso fino a 3500 anni fa -quando subentrò il dingo-era il carnivoro australiano più grande. Estintosi dapprima in Nuova Guinea e successivamente , 200 anni fa, in Australia, il Tilacino sopravvisse in Tasmania fino agli anni '30. Poi considerato nocivo per il bestiame, venne cacciato dai coloni: ciò, insieme alla riduzione dell'habitat e alla competizione col dingo, ne decretò l'estinzione. L'ultimo esemplare in natura risale al 1930, mentre in cattività il tilacino di nome Benjamin morì nel 1936, nello zoo di Hoobart.

8. La Schiribilla di Laysan- estinta nel 1944

Si tratta di un uccello della famiglia dei rallidi, diffuso nelle isole Hawaii nord occidentali. I marinai russi che per primi lo avvistarono, nel 1828, lo descrissero come un piccolo uccello lungo sei pollici. Incapace di volare, la schiribilla correva veloce in cerca di mosche, tarme e carcasse di altri animali.

L'introduzione dei conigli e gli effetti della seconda guerra mondiale ne distrussero l'habitat. Scomparse dall'isola di Laysan nel 1923, si tentò di evitarne la scomparsa portandone otto esemplari nelle isole Midway, ma l'ultimo di essi morì nel 1944.

9. Il rinoceronte nero occidentale- estinto nel 2006

È una sottospecie di rinoceronte nero un tempo molto diffuso in Africa sud-orientale. All'inizio del XX secolo furono oggetto di una caccia talmente pesante da indurre già negli anni '30 ad adottare delle misure per il suo ripopolamento. ù

Tuttavia queste azioni fallirono: se nel 1980 i rinoceronti neri occidentali erano alcune centinaia, nel 2000 se ne contavano soltanto 10, cinque l'anno successivo. L'IUCN lo ha dichiarato ufficialmente estinto nel 2006, anche se da tempo non ve n'erano avvistamenti.

10 La Gallina di Heath- estinta nel 1932

Sottospecie del pollo più grande della prateria-un uccello nordamericano della famiglia dei galli cedroni-, questo volatile popolava tutto il Nord America- fino all'arrivo dei coloni.

Dati l'ottimo gusto delle carni e l'abbondanza , fu cacciata così intensamente che intorno al 1870 gli unici esemplari rimasti si trovavano in una piccola isola chiamata Martha's Vineyard, al largo della costa di Cape Cod, nel Massachusetts. 

Qui, nel 1908 fu istituito un santuario per proteggerle, ma un incendio nel 1916 spazzò via la maggior parte del loro habitat. Nel 1927 ne rimanevano solo 13, e l'ultima morì nel 1932.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie