9 persone che sembrano uscite da un romanzo di fantasia e invece sono esistite davvero - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
9 persone che sembrano uscite da un…
Vi ricordate il sarcofago di granito nero scoperto ad Alessandria? Gli archeologi lo hanno aperto Il gigantesco Granchio del Cocco: tutti i segreti dell'animale che Darwin definì

9 persone che sembrano uscite da un romanzo di fantasia e invece sono esistite davvero

113.442
Advertisement

Ogni persona è unica e il mondo è pieno di talenti: sportivi fenomenali, geni della matematica, musicisti dotati. Anche nella nostra vita conosciamo tante persone con qualche caratteristica particolare e possiamo dire che ognuno è a suo modo "speciale". Beh, le persone che vi presentiamo oggi sono "più speciali" degli altri. 

Parliamo di persone con dei corpi o menti fuori dal comune, affetti da condizioni rarissime che li hanno resi straordinari agli occhi dei contemporanei: i cosiddetti freaks.

Eccone nove tra i meno noti.

1. La ragazza cammello.

immagine: Wikimedia

Ella Harper era una ragazza bellissima, ma il suo volto tende a non essere la prima cosa che le persone notano se hai le ginocchia al contrario. Ella nacque alla fine del diciannovesimo secolo con questa rarissima patologia che la costringeva a camminare a quattro zampe.

A dodici anni divenne la "ragazza cammello" del Harris’ Nickel Plate Circus che la pagava straordinariamente bene. A 16 lasciò il freak show e riprese gli studi. Si sposò e ebbe una vita lunga e felice.

2. La coppia di giganti.

immagine: Wikimedia

Anna Haining nacque in una famiglia di persone normali, di statura media. Solo lei a quindici anni aveva già superato i due metri. A 25 si innamora di un freak del circo, Martin Bates, un altro gigante come lei. Si sposano e iniziano a esibirsi insieme, in spettacoli di varietà con musica e recitazione. Provarono ad avere dei figli, ma entrambi morirono prima del concepimento.

Advertisement

3. Le 24 personalità di Billy Millighan.

immagine: Blake23/Wikimedia

Il disturbo dissociativo della personalità è una condizione rara di suo che però, di solito, produce due, massimo tre distinte identità psicologiche che convivono in un unico soggetto. William Milligan ne aveva 24 e alcune di queste hanno commesso dei crimini. Metà, infatti, venivano giudicate desiderabili dal soggetto medesimo, metà indesiderabili. Ogni versione di Billy ha un nome, un accento, talvolta una lingua e interessi differenti.

4. Il calciatore con tre gambe.

Francesco Lentini doveva avere un gemello che però si fuse con la sua spina dorsale e l'unica cosa che gli lasciò fu una terza gamba. Nato in Sicilia alla fine del Diciannovesimo secolo, emigrò negli Stati Uniti dove si esibì al circo e imparò persino a giocare a calcio. Nella sua biografia scrisse che quando da bambino seppe di altri coetanei che erano nati muti e ciechi, la sua condizione non gli sembrò tanto sfortunata e visse la vita con leggerezza.

5. Le gemelle silenti.

Un post condiviso da 💒jordyn julianna (@bratpupp) in data:

June e Jennifer Gibbons nacquero nelle Barbados nel 1963 e molti pensavano fossero mute o nello spettro autistico. Quando la loro famiglia si trasferì in Galles, i genitori scoprirono che le due gemelle avevano un complessissimo metodo di comunicazione silenzioso noto e comprensibile solo a loro. Passavano il tempo in camera a scrivere un diario e alcuni racconti gialli.

Quando si stufarono della fantasia, iniziarono a commettere dei crimini, come incendi dolosi e aggressioni aggravate. Rinchiuse in una clinica psichiatrica, in stanze diverse, i dottori notarono che tenevano sempre la stessa posizione. Nel 1993 Jennifer morì e June iniziò a comunicare col prossimo normalmente, oggi è una donna riabilitata.

Advertisement

6. Christian Heinrich Heineken, il vero bambino prodigio.

immagine: Wikimedia

Bambino prodigio è un titolo che forse si concede troppo spesso, a ogni giovane leggermente sopra la norma. Christian, nato nel 1721 a Lubecca, in Germania, lo era davvero. Figlio di un architetto e di un'alchimista, imparò a parlare a 10 mesi. Quando aveva un anno, citava la Bibbia in Latino e a tre anni deliziava l'alta società dando lezioni di Storia. Morì a quattro anni perché era celiaco ma i genitori non lo sapevano. Non sappiamo cosa sarebbe potuto diventare da adulto. Immanuel Kant scrisse un saggio su di lui.

7. Petrus Gonsalvus, l'uomo di legno.

immagine: Wikimedia

Petrus Gonsalvus nacque nel 1537 a Tenerife, da una famiglia di umili origini. Nessuno conosceva l'ipetricosi all'epoca, una condizione che fa crescere i peli su tutto il corpo, e i genitori pensarono fosse maledetto dal diavolo e lo vendettero a dei pirati francesi quando aveva appena dieci anni.

I pirati lo presero in simpatia, chiamandolo "uomo di legno" e lo portarono da Enrico II, re di Francia all'epoca. Il re si accorse che il ragazzo era molto intelligente e che stava imparando il francese molto rapidamente. Sua moglie, Caterina de Medici, lo prese sotto le sue cure e gli trovò persino una moglie.

Advertisement
immagine: Wikimedia

Sposò la damigella d'onore di Caterina de Medici, anch'essa chiamata Caterina. Divenne un nobile e la coppia ebbe sei figli. Quattro ereditarono la condizione del padre. Nelle foto qui sotto potete vedere Magdalena e Antonietta Gonsalvus in abiti aristocratici: solo qualche decennio dopo, i loro nonni le avrebbero vendute ai pirati per qualche soldo.

Magdalena e Antonietta Gonsalvus, figlie diPetrus, in abiti aristocratici: solo qualche decennio dopo, i loro nonni le avrebbero vendute ai pirati per qualche soldo.

immagine: Wikimedia
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie