In Norvegia aprirà il primo ospedale psichiatrico al mondo che non ammette farmaci - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
In Norvegia aprirà il primo ospedale…
20 geniali idee fai-da-te per i genitori e i loro bambini Ecco perché dovresti spegnere tablet e smartphone un'ora prima di andare a dormire

In Norvegia aprirà il primo ospedale psichiatrico al mondo che non ammette farmaci

343.757
Advertisement

Se si guarda alla medicina occidentale si noterà come per ogni malattia, fisica o mentale che sia, si ricorre quasi immediatamente alla somministrazione di medicinali. Se una persona è affetta da depressione, se un'altra presenta paure legate ad un onnipresente stato d'ansia, i medici consigliano quasi sempre l'assunzione In Norvegia però si vuole rivoluzionare questo concetto, infatti è proprio in questo Paese che nascerà il primo ospedale psichiatrico in cui i pazienti verranno curati senza i medicinali.

Il Ministero della Sanità della Norvegia ha iniziato il programma 'Trattamento senza farmaci' in quattro unità sanitarie.

Tutto ha inizio nella cittadella scandinava di Åsgård, in cui un ospedale psichiatrico è stato pioniere nell'iniziare un percorso molto particolare con i propri pazienti, un percorso privo di farmaci. L'ospedale si trova a Tromsø, a 215 miglia a nord del Circolo Polare Artico, e difficilmente poteva essere situato più lontano dai centri della psichiatria occidentale... 

È in questo sito remoto, nell'ospedale che era stato chiuso ma che è stato recentemente ristrutturato e riaperto, che si può leggere un cartello sulla porta del padiglione recante le parole "Trattamento senza farmaci". Questa è l'iniziativa che il Ministero della Sanità norvegese ha ordinato di estendere in altre quattro unità sanitarie regionali.

immagine: pexels.com

Il trattamento consiste sostanzialmente nel far accomodare i pazienti in una stanza provvista di sei letti, ognuno destinato ad un paziente affetto da una grave malattia mentale. L'obiettivo è offrire un'opzione ai pazienti, un'alternativa che non debba per forza implicare l'utilizzo di farmaci, aiutandoli gradualmente a ridurre l'assunzione di precedenti farmaci psichiatrici. 

Gli specialisti cercano di puntare sull'attività fisica, sull'impegno di campo artistico e soprattutto sul dialogo e sul reinserimento nella vita quotidiana, questi i principali componenti del programma settimanale, per un modello di ospedale psichiatrico che, speriamo, possa diffondersi in tutto il mondo.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie