Il sistema di pulizia degli oceani ha appena finito i test ed già in viaggio verso l'Isola di Plastica del Pacifico - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Il sistema di pulizia degli oceani ha…
Inaugurata la prima centrale solare a pochi metri dal reattore di Cernobyl: ecco tutti i dettagli del progetto 21 oggetti o creazioni di design che vorrete assolutamente avere

Il sistema di pulizia degli oceani ha appena finito i test ed già in viaggio verso l'Isola di Plastica del Pacifico

22.215
Advertisement

Il nome Boyan Slat è ormai noto ai più: è il ragazzino, ormai 24enne, che ha abbandonato gli studi in ingegneria aerospaziale per dedicarsi ad Ocean Cleanup, il progetto che promette di ripulire gli oceani dalla plastica. L'obiettivo principe del progetto è in realtà il Great Pacific Garbage Patch, l'isola di immondizia che si trova nell'Oceano Pacifico. 

Prima di raggiungere il cuore del Pacifico – dove risiede l'accumulo –, però, il tubo a forma di 'U' ha dovuto affrontare un periodo di test nella Baia di San Francisco: il sistema ha superato ogni tipo di esame ed ora, notizia recente, è pronto per lasciare la costa e raggiungere l'isola di plastica.

I test condotti nella Baia di San Francisco hanno avuto successo; è stato registrato solo una lieve danno alla struttura tubolare, provocata però durante il trasporto e non durante il funzionamento.

“Non c'è mai stato un sistema di pulizia della stessa grandezza, messo in funzione nell'oceano; pertanto la verifica continua è parte integrante del nostro progetto”, ha riferito Boyan Slat, l'amministratore delegato della Ocean Cleanup.

Il periodo di test nella Baia di San Francisco, della durata di due settimane, può dirsi concluso: prossima tappa Great Pacific Garbage Patch. Secondo i calcoli, il viaggio richiederà fino a tre settimane. La velocità di navigazione rimane molto bassa – tra 2 e 4 nodi – per prevenire qualsiasi tipo di danno al tubo a 'U' che dovrà essere trascinato per tutto il tragitto.

Una volta raggiunta l'isola di plastica del Pacifico, si dovrà assemblare il tubo nella sua forma ad 'U', alla base del funzionamento dell'intero sistema, e dare inizio al processo di pulizia. 

Il progetto è di portata mondiale perché in ballo c'è la possibilità di invertire la tendenza di inquinamento degli oceani: tutto sta andando secondo i piani e non rimane altro che attendere ulteriori aggiornamenti!

 

Ecco il tweet di Boyan Slat in cui annuncia l'inizio del viaggio verso l'isola di plastica del Pacifico.

Advertisement

Potrebbe interessarti anche

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie