4 Semplici Strategie Per Aiutare Il Bambino Ad Avere Più Autocontrollo, Quando Non Ne Ha - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
4 Semplici Strategie Per Aiutare Il…
Ad ogni pasto ingeriamo circa 100 frammenti di plastica che fanno parte della polvere domestica Nuovo record nel fotovoltaico: un istituto tedesco arriva a trasformare un terzo della luce solare in energia

4 Semplici Strategie Per Aiutare Il Bambino Ad Avere Più Autocontrollo, Quando Non Ne Ha

2.335
Advertisement

Un bambino tra i 2 e i 6 anni può manifestare poco auto-controllo. Desiderando esplorare l'ambiente circostante, osservare e comprendere come relazionarcisi, il bambino può a volte mostrarsi impulsivo ed irrequieto.

In qualità di adulti, dobbiamo tenere a mente che il bambino non ha ancora appreso il concetto di "tempo", non sa cosa voglia dire "attendere il proprio turno", né tanto meno è consapevole del fatto che non può avere tutto ciò che desidera perché non ammette un no come risposta. Ma quando il bambino arriva ad avere 6-7 anni, allora entra in una nuova fase di sviluppo e, se episodi di mancanza di auto-controllo persistono, ecco 4 utili consigli da mettere in pratica...

Come aiutare il bambino a sviluppare auto-controllo dopo i 6 anni.

  1. Parlare delle proprie emozioni: è necessario provare a dare un nome e a capire un po' di più dell'emozione che il bambino sta provando. Se si è arrabbiato per qualcosa, provate a chiedergli se ricorda come, in che modo è sbucata fuori la rabbia.
  2. Comunicare, anche quando si tratta di argomenti delicati: a volte il bambino perde il controllo perché non si sente preso in considerazione, si sente escluso dagli argomenti degli adulti; allora provate a spiegargli la situazione, con parole semplici e sincere.
  3. Imparare attraverso il gioco: sfruttare le potenzialità del gioco è un ottimo metodo per far capire al bambino cosa vuol dire avere auto-controllo. Ad esempio potete provare il gioco "del freezer": quando il bambino sta per fare i capricci, ditegli di rimanere fermo immobile per 10 secondi e poi riflettete insieme, a mo' di gioco, sul capriccio scampato!
  4. Lodare e premiare: quando il bambino fa dei passi avanti, riflettendo sulle cose senza arrabbiarsi, assicuratevi di lodarlo... e magari di premiarlo con ciò che più gli piace!
Advertisement

Potrebbe interessarti anche

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie