Nasce La Prima Pelle Naturale Al 100% Che NON Deriva Da Animali - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Nasce La Prima Pelle Naturale Al 100%…
Individuare un cancro anni prima che si sviluppi: il test esiste ma i costi sono proibitivi I maggiori fisici contemporanei citano le sue ricerche: ecco la ragazza considerata l'Erede di Einstein

Nasce La Prima Pelle Naturale Al 100% Che NON Deriva Da Animali

107.232
Advertisement

È milanese la nuova scoperta nel campo della moda e del design: un architetto e il suo socio in affari hanno ideato una pelle che viene ricavata dalla vinaccia. Si chiamano Gianpiero Tessitore e Francesco Merlino e sono i soci fondatori dell'azienda Vigea che collaborando con l'Università di Firenze, il Politecnico di Milano e con il Progetto Manifattura Rovereto è riuscita nell'intento di ricavare una pelle completamente vegetale e priva di composti sintetici che è stata chiamata "Winelather".

immagine: Wikimedia

Ci sono voluti tre anni di studi e duecentomila euro di investimenti per creare la Wineleather, progetto che è già stato premiato al Global Change Award, una rassegna organizzata dall'azienda di fama mondiale H&M: obbiettivo del concorso è ricercare business sempre innovativi e rivoluzionari.

Questa volta la Wineleather ha centrato l'obbiettivo in pieno, selezionato tra tremila partecipanti il progetto di Vigea è riuscito ad arrivare in finale: "Alla fine ci siamo riusciti, creando un innovativo processo produttivo in grado di trasformare fibre e oli presenti nella vinaccia in un materiale ecologico con le stesse caratteristiche della pelle" dice l'Architetto Tessitore in un'intervista.

immagine: Wikimedia

La Wineleather è quindi ricavata dagli scarti che si accumulano durante una vendemmia, dice ancora Tessitore: "Sulla Terra, ogni anno vengono prodotti 26 miliardi di litri di vino, dai quali ricavare sette milioni di tonnellate di vinaccia" una quantità che basterebbe a ricoprire la superficie di quattrocentomila campi da calcio ossia tre miliardi di metri quadri. Ma le innovazioni della Winleather non si fermano ai materiali utilizzati: per conciare un metro quadro di pelle occorrono 240 litri d'acqua mentre la nuova pelle Vigea non ha bisogno di acqua per essere prodotta e verrebbero eliminati anche tutti quegli acidi e metalli pesanti utilizzati nel processo.

Insomma, la Wineleather è un'innovazione totale: non viene dagli animali ma dal materiale in avanzo della produzione vinicola e abbatte tutti i consumi d'acqua (bene prezioso che è costantemente a rischio). Riusciranno i nostri innovatori a soppiantare i vecchi "magnati" della pelle?

Tags: Scoperte
Advertisement

Potrebbe interessarti anche

Lascia il tuo commento!

x

Ricevi i migliori articoli!

Iscriviti a Curioctopus.it e non perdere le migliori storie della settimana.

Iscrivendoti alla nostra newsletter accetti la Privacy Policy di Curioctopus.it

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie